sabato 25 aprile 2009

L'ordine come igiene mentale

Il capo stamattina sta stanco (sono due o tre settimane che si alza alle 5 per mettersi a pari con il lavoro e va avanti fino alle 23, quando mi si addormenta sul laptop a letto), scazzato, demotivato e la sua soglia di sopportazione del disordine è stata superata eoni fa.

Avrebbe una riunione della società studentesca di cui è stato membro per un anno, e io gioisco sempre delle occasioni sociali che si procura senza che sia io ad organizzargliele. I figli partono stasera prima che lui rientri, e gli ha promesso di montare la pista delle macchinine con loro.

Ha sbuffato, bestemmiato e predicato per tutta la durata della colazione, in cui per motivi suoi ha deciso che la pappa ai cereali ai figli la faceva lui. Scocciandosi ogni volta che un cucchiaio non gli si materializzava tra le dita, il ltte gli si versava ecc.

Adesso sta sopra e ovviamente prima di montare la pista, bisogna trovare i pezzi, cosa che gli ha dato occasione per decidere di mettere a posto, archiviare e scremare i giocattoli dei bambini. Ogni tanto sento un urlaccio.

Perché i bambini vorrebbero giocare con lui, mentre lui vorrebbe solo che o lo aiutino, o si tolgano dai piedi metnre lui riordina.

Santo metodo, sante parole, santi propositi.

è una bella giornata di sole, potrei finalmente salvare le piante in attesa di interramento in giardino, strappare le erbacce, mettere in ordine, buttare la monnezza, piangere sulla bicicarro perduta.

Per cui: amore, perché non ti togli dai coglioni e vai a portare il tuo cattivo umore alla riunione, che almeno non rovini la giornata a noi?

No, dico, il talento che hanno certi uomini che a casa vedi poco (e che ti mancano immensamente tutto il tempo che non ci sono) per farti desiderare di non averli tra i piedi quei cinque minuti che a casa ci sono e hanno pure deciso di dedicarli ai figli.

Mi vesto e vado a estirpar erbacce, va.

7 commenti:

MarinaV ha detto...

Gli orsi e i gatti non sono animali noti per la loro vita sociale.
Ti capisco.
Io ho un gatto.

Anonimo ha detto...

Vero. Devo ancora incontrarne uno che sia un piacere avere per casa.
Sara

Anonimo ha detto...

sei troppo simpatica, e soprattutto dici cose sacrosante!!!
Carla

emily ha detto...

concordo in tutto...santo ufficio vicino a casa che si toglie dai piedi anche di domenica.
almeno smaltisce il cattivo umore facendo preventivi e fatture

Chiara ha detto...

Uh, come ti capisco.
Qui da noi la domenica sera mi sento dire "Per fortuna domani torno al lavoro!".
Davvero incoraggiante!

Almeno fuori c'é il sole ;) buona domenica!

Raperonzolo ha detto...

Io ne ho uno a casa da cinque mesi...

valverde ha detto...

Io non lo so... quando c'è "troppo" lo confinerei ...quando sta invece in laboratorio per sere e sere e sere che quasi ci sverna... mi mancano i suoi brontolii...
Ecco : io sono indecisa! Forse perchè ho solo 7 gatti da ossessionare ! ;))
val