venerdì 3 ottobre 2008

Traslocatori ad Amsterdam

Oggi sto cercando un traslocatore. Il nostro della volta scorsa vuole € 2300 e il capo si è chiesto se non valesse la pena di fare da soli.

Se guardo cosa costa affittare gli scatoloni e affittare il montacarichi per le cose grosse, ed eventualmente un camioncino di queli che si guidano con la patente B, mi chiedo quanto sia conveniente la cosa. È vero che abbiamo tanti amici che si sono offerti di aiutare, ma a loro chiedo più volentieri una mano per impacchettare i libri. E dimenticavo, bisognerà chiedere il permesso in comune che come minimo blocchiamo la strada per mezza giornata e non so i vicini quanto possano apprezzare. Quindi se chiamano i vigili, devo esibire la pecetta.

Intanto ho ricevuto un consiglio geniale da un'amica, che riposto integralmente. A me non sarebbe mai venuto in mente. E oggi e martedi vengono altre due ditte a guardare e mi faccio un confrontino. Dopodiché bisognerà decidere, che senza scatole non posso neanche iniziare a impacchettare.

"il modo migliore per trovare un'ottimo verhuizer: chiama Cristofori (negozio di pianoforti sul Prinsengracht), e chiedi se loro per caso conoscono un buon traslocatore che sia in grado di trasportare il tuo pianoforte (anche se non ce l' hai, non importa). Loro hanno sempre una lista di ottimi traslocatori che ancora non hanno fatto carriera, e quindi hanno i prezzi ancora abbordabili, e ti danno volentieri i dati.
Io ho fatto cosi 2 o 3 volte e mi sono sempre trovata benissimo. L' ultima volta (nel 2000) ho pagato 1500 fiorini... E mi hanno persino impachettato il tutto negli scatoloni (ci hanno messo 4 ore, dove io ci avrei messo almeno 4 settimane...).
Sono d' accordo con te: non vale assolutamente la pena far da se (come fanno la maggiorparte degli olandesi. secondo me sono pazzi...).
provaci!! "

4 commenti:

mamikazen ha detto...

Concordo sul non vale la pena fare da sé, e trovo che il consiglio dei pianoforti sia geniale :-)
Quello che mi lascia perplessa è: perché i traslocatori fanno carriera, e io no? Sapevo di aver sbagliato tutto nella vita! ^^

ps: buon lavoro...

Trasparelena ha detto...

ehm, a me è successo che il traslocatore la mattina del trasloco (concordata) all'ora prevista (e concordata) non si è presentato. Ti risparmio il panico e ti consiglio di stabilire una penale alta in caso ti capitasse lo stesso!
altra cosa: per gli scatoloni noi eravamo andati al supermercato, dove ce li hanno regalati ringraziandoci pure!!!

farouchegrande ha detto...

ma in Olanda non si usa raccattare gli scatoloni nei supermercati e negozi del vicinato? specialmente per quelli dei libri, che è meglio fare più piccoli sennò pesano troppo (e credimi, con le mie librerie so di cosa parlo).

Mammamsterdam ha detto...

Scatoloni: noi lo scorso trasloco abbiamo messo libri e CD in un 120 scatoloni di banane, in quanto robusti e muniti di coperchio e maniglie. Ma abbiamo concluso che per i libri meglio prendere quelli piccoli apposta, che pesano meno e non si sfondano sul + bello.

Il vantaggio di avere scatoloni tutti delle stesse dimensioni è che sono impilabili facilmente, cosa che a noi, a parte queli di banane, non è mai successo, hanno sempre misure diverse.

Il punto è che io non approfitto mai di un trasloco per liberarmi delle cose vecchie, che ho la sindrome del criceto, e temo che ce ne vorrà di terapia prima che mi passi.

A quel punto, con i quantitativi di roba che mi porto dietro, quello degli scatoloni diventa un punto importante.

ottima idea la penale scomparsa Elena, me ne ricorderò, anche se in genere il vntaggio delle imprese olandesi è che come minimo tengono fede agli appuntamenti.