martedì 21 ottobre 2008

Nen me pozze parà

Il titolo di questo blog era un'espressione dell'amica Stefì seduttrice, quando improvvisamente capitavano quei periodi che tutti la volevano e la povera era sommersa di proposte ed inviti.

Ecco, la cito volentieri. Che oggi che sto impacchettando come una disperata e domani mi traslocano, pare che tutti ora mi cerchino. Non dico gli amici, non dico i parenti, anzi chiamatemi e sostenetemi moralmente e fatemi lamentare.

Ma: colleghi, giornalisti, gente in cerca di nuova vita, in crisi, perditempo vari, vi volete scordare di me per un paio di mesi? Che vi rimbalza pure dalla mail di lavoro, fino alla prima settimana di novembre scordatemi e sicuramente fino a lunedi prossimo, che i bambini non ci sono, il capo ha due giorni di ferie e se non ne approfitto mò per buttare a mare le vecchie zavorre e spacchettare in modo vivibile una casa ancora in contruzione e senza cucina, mi dite quando lo faccio?

Che io sono debole e non so dire di no.

Meno male che mi posso attaccare al blog.

7 commenti:

graz ha detto...

Se iddio avesse avuto idea di cosa sta nelle nostre case oggi, non avrebbe sprecato tanta fantasia per inventare le dieci piaghe d'egitto: sarebbe bastata una serie ripetuta di traslochi!! A cinque anni dal nostro, fanno ancora bella mostra di sè, in cantina, ben tre scatoloni di libri ed uno di VHS, che non oso buttare ma che non so proprio di che farmene. E dire che proprio il trasloco dovrebbe essere un ottimo momento per un giga-decluttering. Buona fortuna, la buona notizia è che si sopravvive (anche se nel durante una non se la sente tanto di scommetterci). E datti per dispersa a qualsiasi richiesta tanto 'sa l'è bun a cà, a turna' (se è davvero interessato, torna).

Ed io, tua assidua lettrice e fan, avrò finalmente il tempo di a) metabolizzare i tuoi post b) pensare ad un commento c) postarlo prima che tu intervenga con il successivo argomento scatenando un loop infinito di a) b) ;-)))

Un abbraccio solidale, graz

Mammamsterdam ha detto...

Eh, ma io ho il boggaggio compulsivo. Cioè, ho finito le noci, ho mangiato tutti gli avanzi, adesso devo per forza attaccarmi al blog quando mi viene la botta di sconforto.

Che poi a fare un lavoro puramente fisico a me vengono tante di quelle idee, e devo estrinsecarle.

vabbé, il piano terra è quasi finito, il primo pure, il 4 non si fa, me ne restano un paio, proseguo.

mamikazen ha detto...

Buono spacchettaggio... ^^

tanaka ha detto...

Grazie per essere passata dalle mie parti! Una visita gradita, anche perché da un po' ti leggevo anch'io, anche se in incognita... ^^

Chantilly ha detto...

forza e coraggio, passa tutto anche questo.
ti sostengo moralmente.
e io che non vedo l'ora di fare IL traslocco per poter "perdere" per strada quello che si accumula...

Anonimo ha detto...

Coraggio e buona fortuna!
E sei la seconda traslocatrice che in questi gioni sostengo a distanza...oltre ai miei che stanno lasciando la Sicilia per un tanto lottato psicologico ritorno alle origini calabresi!
Un bacio
Rosalba

Mammamsterdam ha detto...

Grazie a tutte per il sostegno morale. Rosalba, ma la storia delle origini calabresi mica la sapevo?