domenica 28 giugno 2009

Ricetta estiva: il tabouleh (dritta per i neopadri)

Prima delle vacanze sgombrare casa e frigo e io ho un mazzone di prezzemolo in giro e mezza scatola di cous-cous aperta (notato che ad Amsterdam il cous-cous più venduto è prodotto in Italia).

Vada per il tabouleh finto, che andrebbe fatto con il boulgour, ma ci teniamo il cous-cous.

Giro questa ricetta ai neopadri, perché io in quei divini primi tre mesi di gravidanza che mi dava fastidio tutto, avevo notato che il couscous invece mi bloccava le nausee, ne ho mangiato a chili e tutto il peso che mi sono tenuta dopo i vari parti, non vorrei dire, ma al 60% sarà stato quel cous-cous lì. Eliminare solo quel paio di ingredienti tipo i cipollotti che la neomamma potrebbe non gradire.

Ingredienti:
1/2 scatola di cous-cous
1 mazzo di prezzemolo
alcune foglie di menta (facoltative)
succo di 1 limetta e 1/2 limone (sto o non sto svuotando il frigo?)
2 cipollotti

Poi i cipollotti, che da me erano tre, risultavano un po' troppo presenti e li ho anestetizzati con un cetriolo a cubetti, che ci stava da dio.

1/2 barattolo di tonno (tonno ad libitum, infatti dopo ho aperto un'altra confezione piccola e ce l'ho aggiunta
Olio di oliva buono a piacere
sale q.b.
Facoltativo (piace solo a me):
Yougurth greco 10% di grassi
Ceci lessi (me li sono scordati, ma la prossima volta li aggiungo)

In una ciotola ho messo il cous cous, il sale e ci ho versato a culo (o a occhio, se preferite) dell'acqua bollente dal bollitore, mescolando con una forchetta. Il livello dell'acqua era circa un cm. sopra quello del cous-cous. Ho mescolato con la forchetta, ho aggiunto l'olio di oliva e ho aspettato che si ammorbidisse.

Nel frattempo ho tritato il prezzemolo a cui avevo eliminato la maggior parte dei gambi, le foglie di menta e il cipollotto. Siccome io ero caduta in coma da sonno nel primo pomeriggio e il capo invece verso le 17:30, volevo spicciarmi a far mangiare tutti ed andare a letto presto, ed ho ficcato tutto insieme nel robottino. Ma se c'è gente che preferisce tagliare a mano, o con la mezzaluna, e magari lavando o cambiando tagliere per ogni ingrediente, io nelle nevrosi altrui non mi impiccio, fate come vi è più congeniale.

Tenete presente che usando il robot con la porta della camera aperta si sveglia il pater familias a distanza e senza fatica extra, il che ha sempre la sua comodità.

Alla fine per puro culo il cous-cous aveva la consistenza che piace a me e non si era né ammollato troppo (ah, la nevrosi dei carboidrati al dente, quella ce l'ho tutta), ho aggiunto gli altri ingredienti e via.

Al capo è piaciuto, io mi ci sono aggiunta dei gran cucchiai di yogurth greco, che secondo me sostituisce ottimamente la maionese in tutte le insalate di pasta, riso o altro estive, e alla fine ci siamo spazzolati pure quel paio di cucchiai di versione alternativa dei figli.

La prossima volta ci aggiungo pure i ceci lessi scolati.

Variante bambini
Visto che tutte le mie energie sono finalizzate alla vacanza e ad arrivarci viva, non ho manco provato a fare della versione sopra un momento pedagogico per insegnare ai bambini ad assaggiare tutto. Ho semplicemente messo da parte un paio di porzioni di couscous in bianco e gliel'ho spiattellato insieme a un barattolo di fagioli al pomodoro già pronto e che non ho manco scaldato, direttamente dalla lattina in una coppetta da portata. Di fianco il solito peperone rosso e mezzo cetriolo a fettine e via, hanno spazzolato tutto.

Non so se c'entrava la promessa gelato che li aspettava nel frigo, un clone del mottarello, ma mangiare hanno mangiato e che vuole di più una povera mamma?

3 commenti:

Bianca ha detto...

Buona domenica Barbara, complimentissimi per le tue attività (pazzesca energia allo stato puro) e il brillante blog.

Ciao!
Bianca

graz ha detto...

Ou, ma voi alla fine quand'è che partite che mi sono un tantinello persa?

Ou2, le hai viste le foto?

cristiana ha detto...

Salve! se posso permettermi un'informazione...il tabouleh e il couscous sono due cose diverse, di tradizioni differenti:
il tabouleh é il piatto in uso nel medio-oriente (syria, libano,jordania,palestina,ecc.)ed é a base di bourgour che é un grano spezzato, e tanto prezzemolo, pomodoro, olio e coriandolo ed é un piatto freddo.
Il couscous é di tradizione maghrebina (marocco, algeria, tunisia, anche sicilia) ed é a base di semola di grano, che chiamiamo couscous, verdure, carne o pesce, ne esistono molte varianti.
italiana a parigi