venerdì 16 ottobre 2009

Piccoli annunci: ho bisogno di lavorare

Allora, per una volta ve lo chiedo io un aiuto e un consiglio. Ho un gran bisogno di trovare nuovi incarichi, perché sicuramente da aprile mi sono talmente fatta risucchiare da tutti gli annessi e connessi del terremoto e sue dirette conseguenze per mia madre e la mia famiglia, che praticamente non ho fatturato. E nel frattempo il mio più grosso cliente ha assunto qualcuno per fare il grosso di quello che prima faceva fare a me. perché ovviamente gli costa di meno.

Cosa so fare:

1) So scrivere, questa è la cosa a cui potete credere tranquillamente e constatare di persona. Ma non solo so scrivere quello che piace a voi leggere: posso scrivere prospetti, agiografie (si, che ne dite di festeggiare l'anniversario dell'azienda con una bella biografia del fondatore? Fa figo, no?), programmi, corrispondenza difficile, manuali, articoli su argomenti vari, usando una varietà di registri e toni. E ve li scrivo in tre lingue diverse, italiano, olandese e inglese, se serve.

2) So motivare. Faccio da una vita il trainer e quello che mi viene meglio, perché ci credo, sono interculturalità, presentazioni e comunicazione, soft-skills in genere, trattative. E so fare presentazioni per conto terzi. (Come diceva la mia amica americana: dopo che ho parlato con te non solo ho l'impressione di poter fare tutto, un Ph.D., una nuova casa, rivedere la mia vita, ma finisco pure per farlo davvero).

3) So cucinare e insegnare a cucinare, ma anche qui, dare un corso mi viene molto meglio che mandare avanti una cucina quotidianamente. Però per fiere, presentazioni di prodotti e promozione dell'agro-alimentare italiano, io ne conosco solo una meglio di me, ed è Flavia.

4) So recitare, ma non mi sembra al momento il sistema più efficace per pagare le rate del mutuo. Ma torna tanto utile per tutto il resto, fidatevi.

5) So organizzare eventi, dal matrimonio romantico in Abruzzo a un festival culturale, da una missione commerciale all'estero al lancio di un nuovo prodotto o al concerto di beneficenza. E sono pure in grado di farne parlare la stampa olandese. Tanto tutto dipende dal budget, e sono così brava a metter su cose senza una lira, che figuratevi cosa non succede quando la lira c'è e la si usa dove serve.

6) Poi, a cosa che sempre e comunque mi piace, faccio più spesso e mi viene meglio è fare l'interprete in italiano, inglese, olandese e polacco. In cabina, a testa in giù, con un sacco sulla testa (ma meglio senza). E ve lo dico con enorme cognizione di causa, sono una delle migliori sulla piazza.

7) E i miei corsi di scrittura meditativa, che ti cambiano la vita e sicuramento lo stile, ne vogliamo parlare? O ne faccio parlare direttamente quelli che l'hanno seguito?

Insomma, una cosa non chiedetemi di fare: vendere. Convincere la gente a comprare è una cosa, lì sono brava. Ma una vendita pura e semplice è un'arte che non posseggo. Io sono una libera professionista, mando un preventivo e una fattura e per quanto mi riguarda, il resto lo lascio a chi lo sa fare.

Ma io so che li fuori siete in moltissimi più bravi di me a fare questo. Quindi la domanda è: vi va di vendermi? Astenersi perditempo.

13 commenti:

enikő ha detto...

Ma come si fa a venderti? Sei impagabile... La tua poliedricità mi lascia senza parole, ma non che non lo sapessi già. Comunque, ti auguro di trovare presto un lavoro degno di te.

MJC ha detto...

Dopo aver letto il tuo "piccolo annuncio" la mia prospettiva lavorativa amsterdamese extra filmmuseum mi sembra leggermente ardua a realizzarsi...sigh!
Annamo ar cinema che e mejo, va' :)
Portati le ricola!

francesca ha detto...

Certo che persuasiva lo sei leggendo la tua richiesta di lavoro penso che se avessi uno da offrirne lo darei a te sicuramente. Ti auguro ti trovare al piu` presto qualcosa che ti piaccia e ti interessi!
Francesca

Mammamsterdam ha detto...

Ma in fondo il lavoro che mi piace ce l'ho, quello che cerco sono clienti nuovi o vecchi, ma che mi affidino incarichi (e siano solventi, che è la cosa che più di tutte mi sta strangolando in questo momento, visto che io i miei clienti vedo di pagarli tutti e subito).

Quindi, se sentite qualcosa, ricordatevi di me.

Silvia gc ha detto...

Ok, mi hai convinto. Non ho nessun incarico da affidarti, nè, per ora conosco qualcuno che ne abbia, ma per queste cose ho buona memoria. Così magari, girando e vedendo gente, mi potrà anche capitare che qualcuno pronunci una frase che mi fa venire in mente te e potrò dire che, sì, io conosco la persona giusta!
Ah, ovviamente dovrò far finta di conoscerti personalmente e di aver avuto comprovata esperienza delle tue molteplici capacità professionali... ma qui torniamo al fatto che tu sei una buona attrice ed io un avvocato, quindi nessuno avrà dubbi in merito

Mammamsterdam ha detto...

Ecco, avvocati e società di trust sono i miei clienti rpeferiti: solvibili, hanno le idee chiare sull'incarico che ti affidano e apprezzano la professionalità altrui.

E poi, non l'ho detto, ma sono strareferenziata, quindi non ti tocca manco mentire, basta contattare i miei referenti.

graz ha detto...

Carissima, spero davvero per te che tu ce la faccia e l'idea di parlarne sul blog costa niente e potrebbe funzionare.

Io ho fatto l'altro ieri la fattura 1/09 per l'incredibile importo di 250€.

E non sono poi così sicura che mi verrà pagata. Il mio principale committente degli ultimi 6 anni è commissariato in odore di fallimento, mi deve 1800€ che dubito verranno pagati.

Poi c'è una fetta di società che dice che la crisi non c'è perchè se non prenota la domenica non può andare al ristorante.....

/graz

Mammamsterdam ha detto...

Ma la crisi non era un'invenzione dei giornali comunisti? Bisognerà chiedere agli amici ristoratori.

LGO ha detto...

Terrò presente :-)
E intanto, spero di riuscire a venire venerdì.

Andrea Pagliantini ha detto...

Barbara ti sono nel cuore.
Gli imbottigliatori fanno affari d'oro, le aziende normali sono alla canna del gas.
Una con le tue referenze e dolcezza andrebbe presa al volo anche per imbiancare una stanza e pagarla il triplo di uno normale, con le traduzioni e tutto il resto, poi non ne parliamo.
Sto con le antenne tese, a volte le cose più impensabili sono dietro l'angolo e se posso darti una mano sarà una gioia.

Gbppp ha detto...

Mamma,
e la questione del vino?
Mi spiace ma non ce la faro` a venire a cinemissimo...mi sono inorsito e non riesco a uscire dalla caverna...oggi pomeriggio vedro` se riusciro` almeno ad andare a procacciarmi del cibo al c1000.
Gbppp

slim ha detto...

Lo posto su Facebook anche io!!!

wwm ha detto...

Resto con le antenne sintonizzate e passoparola a mia sorella dai mille contatti.
Un bocca al lupo!!!