martedì 27 ottobre 2009

Il video di Trento (grazie)

Ci sono donne che i fidanzati si che se li sanno scegliere. Mi riferisco a Stefania, una delle organizzarici della serata a Trento insieme a Sonia che ha fatto le PR e Elena.

Insomma, il sant'uomo ci ha scarrozzate, a rischio di metter sotto un cane (e noi stronze abbiamo pure detto: io, se lo metti sotto esco dalla macchina dicendo, non c'entro niente, sono una scrittrice, scusate ho un impegno e me ne vado. La fidanzata avrebbe detto: io sono la sua addetta stampa e mi avrebbe seguito, e lui lo lasciavamo lì a vedersela con il padrone e il cane. Fortunatamente tutto ciò non è successo).

Dicevo il sant'uomo e la santa donna sua fidanzata, che mi hanno prelevata alla stazione, portata a vedere il Nettuno e mangiar canederli e capocollo di maialino con i crauti, e poi riaccompagnata in stazione la mattina dopo e restituito la chiave di casa ad Elena, il sant'uomo è anche un professionista del video. E si vede tutto. No, dico, guardate il montaggio: video

(Cioè, io come riesco a fingere di essere grassa e avere il doppiomento in questo video, mai nella vita, ma ero nervosissima, oppure consoliamoci, sono una grande attrice per i ruoli da sciura sovrappeso).

Grazie di tutto, ragazzi. E a buon rendere.

E chiunque altro abbia bisogno di un video, potete cercarlo qui: www.latocreativo.net

12 commenti:

enikő ha detto...

Almeno ti ho vista in video. Ma, alla fine, ci sei venuta a Tortoreto o no?

Sono d'acordo con te per quanto riguarda la chiusura. Io sto imparando il dialetto diligentemente da tre anni, ma nonostante tutto forestiera sono e forestiera rimango. Perdipiù parlo in "giargianese". :)

lorenza ha detto...

mh, lo dico sempre anch'io che certe donne hanno capito tutto, nella vita... :-) bel video, e complimenti per la presentazione!!

PianoB ha detto...

Grazie a te, anche. E' da un bel po' che non provavo così tanto entusiasmo e soddisfazione nell'organizzare qualcosa.
PS ammetto che il sant'uomo zen me lo sono scelta bene, d'altronde si sa, tramite blog e blogger si trova sempre un sacco di bella gente :-D

Anonimo ha detto...

dove si puo' comprare il libro online?
ciao,
anna

Mammamsterdam ha detto...

Il libro si trova presso le librerie La nuova editrice in Abruzzo e Marche, Librerie Arion a Roma e dintonri e altrimenti dal sito dell'editore www.exormaedizioni.com dalla pagina dei contatti.

Andrea Pagliantini ha detto...

Nella biblioteca del Pagliantini non mancherà.

gian ha detto...

Wow, sono contento che ti sia piaciuto tanto, grazie! Comunque è stato un piacere... alla prossima! :)

PS: il link della firma è quello del blog della mia associazione di cinema ;-)

mamikazen ha detto...

Ma quanto sei bella.
Ma che splendida voce.
Mi somigli tanto a mia nonna Sandra che era, appunto, abruzzese, ma proprio tanto, sai? Senti, te lo devo chiedere: non è che siete imparentati anche coi Cornacchia, eh? Che, ho scoperto, da baroni proprietari terrieri - poi medici - poi decaduti - si sono reinventati viticoltori, tra l'altro, ho scoperto qualche tempo fa. Che se non ci siete imparentati ci dev'essere stato almeno un qualche inciucio non ufficiale, da qualche parte lungo la linea delle ascendenze, perché le somigli davvero tanto tanto tanto.

Mammamsterdam ha detto...

Mami, solo per i complimenti ti sposerei. La splendida voce, detto da te, mi riconcilia con il fatto che io alla mia voce registrata, come tutti, proprio non riesco ad abituarmici.

Oddio, le parentele, io questi baroni Cornacchia li ho pure sentiti nominare spesso proprio in questi termini, ma vallo a sapere se eravamo parenti. Comunque parente a te, sempre e volentieri, quindi mettiamoci il cuore in pace e diciamoci che si, qualche inciucio, potrebbe pure esserci stato.

mamikazen ha detto...

Noi siamo il ramo diseredato: ai primi del '900 il mio bisnonno morì, era un barone socialista e lasciò tutto al popolo, e i parenti si guardarono bene dal raccogliere le cinque figlie femmine orfane (tra le quali mia nonna, appunto), che se ne andarono a far la fame ad Ascule mie bbella. Almeno, questa è la versione del mio ramo della famiglia, e io un giorno o l'altro ci capito, da questi vagamente cugini, e mi faccio raccontare la loro, di versione, poi mi faccio dare pure qualche bottiglia in risarcimento del danno subito oltre cent'anni fa.

Se vuoi sentire una voce registrata veramente orrenda, anzi due, vieni ad ascoltare... mi sono pubblicata in edizione didattica...
senza scherzi, Ba, hai una voce molto bella, anche in registrata, sarà che a me i contralti piacciono assai, ma è oggettivamente bella.

extramamma ha detto...

Sei bravissima, una grande attrice, oltre che scrittrice! Sono contenta che hai incontrato TanakaMelinda. quando hai scritto Trento ho subito pensato a lei.
adesso mi compro il libro on line!

cautelosa ha detto...

Carissima Barbara, ho scoperto purtroppo in ritardo la notizia della tua venuta a Trento, altrimenti sarei stata presente...
Pazienza. Vorrà dire che acquisterò il tuo libro on-line.

E riguardo al mio blog, io sono su Splinder a questo indirizzo
www.cautelosa.splinder.com
Quello su Blogspot è la pagina che ho aperto per avere là un accredito e non risulatre sempre come anonimo. Magari non era nemmeno necessaria... Boh.
Ciao!