sabato 10 ottobre 2009

Chiacchiere tra donne

L'amica G. ha preso in mano la cosa e organizzato un venerdì sera tra madri straniere (un' americana, un'inglese, una indonesiana cinese, una greca, io, con l'iraniana, l'irlandese e la polacca assenti giustificate) alla Kompaszaal, che è l'ex sala di partenza dei transatlantici per le Americhe su KNSM-laan, un bel posto dove si mangia bene, a volte c'è musica dal vivo ed è enorme.

Sottratteci quindi ai doveri materni e coniugali ci siamo ritrovate, abbiamo ordinato un primo giro di vinelli, acqua e the alla menta. Poi preso antipastini e torta goduriosissima al cioccolato.

Poi ordinato un secondo giro. E li si sono spalancate le cateratte, che come tutte sappiamo le madri al secondo giro cominciano a raccontarsi dei rispettivi parti. Che quando una è straniera, abituarsi ai parti in Olanda ci vuole veramente un moto di fede non indifferente. Io, adesso che ho capito come funziona, non vorrei altro, ma ci ho messo 5 mesi di gravidanza per arrivarci.

L'amica G. invece è ancora traumatizzata. Lei nel suo afflato di integrazione aveva scelto per un parto in casa, poi l'hanno portata di corsa in ospedale dove tutto era diverso da quello che si aspettava lei da un ospedale.

"Eh, ma pure tu, che decidi di partorire in casa, inutile, noi non ci abbiamo la costituzione per certe cose, lasciamole alle olandesi".

L'inglese, invece, con una storia di diabete in famiglia, alla 14esima settimana doveva essere controllata per vedere se ce l'aveva anche lei. No, lo facciamo alla ventesima. No alla ventiduesima. Insomma lo hanno fatto quando lo hanno fatto. "Ma tu hai il DIABETE! Andava controllato prima. Vabbé adesso non c'è niente da fare preparati a un bambino di 4 chili e mezzo". Poi le è nato di tre e mezzo.

Io invece alle ultime settimane scherzavo con l'ostetrica:
"Che dici, li facciamo 4 chili e mezzo?"
"Ma no, come ti viene in mente?"

Sono diventati 4.750 con Ennio. Orso un po' meno, ma era anche nato tre settimane abbondanti prima del fratello. Pr dire, se hai culo e tutto va più o meno bene il moto di fede basta e avanza.

Ordiniamo un altro giro. E lì le cose diventano davvero interessanti. Si parla di preliminari.

Una delle signore una volta, esaurita la solita routine, ha fatto presente al marito se non stavano facendo qualcosa di sbagliato. Non so, fa lei, ma tutte quelle storie di gente che si titilla per due ore prima di arrivare al dunque.

"Sciocchezze", fa il marito, già in posizione flessione con il bicipite turgido, che della posizione del missionario c'è da dire di buono che tira fuori quel bel muscoletto esterno piccolo e tondo così carino da coccolare "la media è 6 minuti".

Ma è terribile, non ci si crede, fa la povera, ma sa anche che quanto a statistiche il marito quelle che sa non sbaglia mai, ci spiega. E un rapido calcolo silenzioso da parte delle presenti, che non hanno approfondito la cosa, deve aver portato grosso modo alle stesse conclusioni. Meglio tacere e berci sopra, fosse pure un the alla menta.

"Tanto", le fa lui prima di immergersi "i tuoi di preliminari durano 2 settimane".

Che per fortuna era un marito a me sconosciuto, quello citato, che a volte poi non riesci più a rimanere seria quando incontri un uomo in società.

A quel punto era d'uopo ordinare il quarto giro.

Poi mi è scaduto il parcheggio e sono scappata via, ma chissà cosa non mi sono persa. Che queste serate di madri in libera uscita, sono una cosa tremenda.

4 commenti:

emily ha detto...

uauauauua xkè a me queste serate nn capitano mai???mi mancano amiche così....

wwm ha detto...

Fantastico!
Ho appena conosciuta una mamma a scuola che si è messa ad organizzare un "moms-night-out" che si terrà ogni primo venerdì del mese.
E' geniale.
Io ancora ho dei problemi logistici con la neonata ma ben presto mi unirò al gruppo.
Perchè sì, un paio di bicchierini e 'ste mamme tirano fuori certe chicche...
da qualsiasi parte del mondo arrivino!!!

Mammamsterdam ha detto...

WWM, il mio consiglio è che finché è neonata te la porti dietro e la stendi a colpi di tetta e biberon quando serve.

Emily, eh, lo so, da te manca la materia prima. Però potresti iniziare con quella cornificata dal marito e l'amica comune, sai quante ne saltano fuori.

graz ha detto...

Ahhhh!! gli incontri alcolici tra donne (mamme o non, che c'entra?) sono altissimamente appaganti e divertenti!!! e ne vengon fuori davvero di ogni!!!

Debbo ammettere però che con il passar degli anni ci siamo un pò calmate, mah ... chissà forse stiamo dando un pò troppe cose per scontate.

/graz