sabato 7 marzo 2009

Psicomotricità

Ma com'è che quando mi faccio questi workshop di introspezione io poi alla fine torno a casa per litigare con tutti, e dopo sono distrutta?

(Orso ha tentato di fare il furbo, l'ho messo a letto senza colpo ferire e senza discutere, mi ha dato una testata al labbro spaccandomelo contro i denti, gli ho dato una sberla, ci siamo chiariti, non prima che lui dicesse che allora, se non può fare come gli pare, lui muore - ha le botte di autolesionismo se contrariato, il ragazzo).

Comunque è stato bellissimo, ho conosciuto personcine carine e vediamo se domani sera alla prova mi è servito per qualcosa di immediato.

6 commenti:

emily ha detto...

mio figlio ha fatto 5 anni di psicomotricità ma sinceramente nn ho mai capito una mazza...quando hai voglia lo spieghi anche a me?

Mammamsterdam ha detto...

A me lo chiedi? Dovresti chiedere a Vittorio. Comunque lui ci ha fatto lavorare su respiro e movimenti e quello che ne è uscito fuori alla fine sembrava una seduta collettiva di psicoterapia, cioè, ci siamo tutte chiarite, chi più chi meno, a che punto siamo in questo momento e cosa vogliamo o non vogliamo fare.

(Non) ho visto gente (perché eravamo bendati, ma se ne è parlato dopo) che nella vita non si incazza mai e in sessione era di un agressivo spaventoso. Genter cerebrale lasciarsi andare, ridere, piangere, comunque giocare moltissimo e creare una comunicazione fisica con altri, conosciuti e sconosciuti, che fuori da quel setting è omproponibile, al massimo con i figli piccoli ci arrivi.

A me è venuto da rie che era come una dark-room ma senza il sesso, e la definizione le ha ftte ridere un sacco.

Quello che invece fanno con i bambini è comunque una cosa molto mirata, non certo un workshop di un giorno fatto da adulti.

wwm ha detto...

lotta libera più che psicomotricità!

comunque ne so poco di questi workshop. magari se ti va mel o spieghi? a cosa servono?

Mammamsterdam ha detto...

Da come ho capito, per i bambini è proprio una terapia seria, va fatta da un medico che è anche specializzato nella cosa e serve, se non sbaglio, per risolvere questioni di tipo emotivo.

Per noi fa parte di un laboratorio di teatro, ci serve per la respirazione e il rilassamento, c'è tutta una parte di training autogeno ed è una figata di sbomballamento emotivo. Lavori su te stessa, le tue emozioni e motivazioni e rientra se vuoi in tutta la serie di workshop di crescita personale. Molte di noi lo fanno appunto per questo motivo.

Io lo faccio da semplice fruitrice, però il maschio direttore ha una voce fantastica (ci lavora con la voce), quindi quando siamo lì a terra sdraiate a constatare il nostro respiro e lui ci dà le istruzioni per gli esercizi di rilassamento è una figata.

Gli ho chiesto prché non fa dei CD con le musichine e istruzioni, da farsi a casa, lui ha risposto che oltre a quello gli chiedono spesso anche di doppiare i porno, ma che a lui non interessa (e non ha specificato se fosse solo il porno o pure gli esercizi di rilassamento, che non lo interessano).

monica ha detto...

c'è la psicomotricità, e pare che me la perdo?
faccio outing ... sono, sarei una psicomotricista prestata alla pedagogia, e alle volte viceversa!

però si la formazione psicomotoria è una figata.
se fatta bene e ancora meglio.

si, ha bisogno di un setting potente e di qualcuno che sia capace di contenere gli adulti impedendogli di regredire all'orgia
;-)

sì e simile all'analisi anche se non lo è.
ma è esplorazione profonda del proprio modo di stare al mondo, ascoltando il proprio corpo, il movimento, i gesti, gli sguardi, l'interazione con lo spazio, il tempo e il corpo altrui.

si, torni a casa sballatissima e litighi con il mondo, perchè è una esperienza di profonda elaborazione della propria esperienza percettiva, motoria e riflessiva; e ci vuole tempo per rielaborarla.

si, con i bimbi è diverso perchè per loro apprendere subito attraverso, corpo, movimento, piacere di fare agire giocare è ancora innato e spontaneo.
l'adulto deve decostruire quel tot di anni che hanno avvolto quella cosa lì.

a distanza di 17 anni dalla fine del corso ho ancora roba da elaborare e che mi diverte e stupisce.
bello, anzi bellissimo. anche solo per uno stage ...
monica

graz ha detto...

Mannaggia, sai che avevo preso seriamente in considerazione l'idea di venire su per questa cosa qua?? Poi ho preferito lasciar perdere che recentemente tra una storia e l'altra sto sempre in giro e la vita senza stipendio qualche ansia di prospettiva me la genera.