lunedì 22 febbraio 2010

Una carriola in giro dovrei avercela

Ok, mia madre mi ha stroncata, lo dico pubblicamente. Sto ancora a piangere. Perché stamattina mi manda questa mail chiedendomi di postare io il commento da Miss Kappa

Cara Barbara.Mi sono alzata presto sta mattina,per scrivere al blog di Anna e non sono riuscita a iscrivermi.Poi ho letto il suo ultimo blog e questo che volevo dirle,ho visto che gia ci avevano pensato gli altri.Comunque,se lo puoi spedire tu,fallo per me.

Cara Anna.Leggendo il Tuo blog,e quardando le foto,mi sono venute in mente le foto,che da bambina vedevo nei cine giornali,e che parlavano di ricostruzione ,dopo la guerra della capitale del mio paese,Varsavia,distrutta in 90 %.Vedevo gli abitanti della citta,la gente che rientrava alla sua citta ,e piena di entusiasmo,a mani nude,toglieva i sassi, i mattoni ,le macerie e con le proprie mani cercava di ricostruire la propria citta,che amavano,e volevano rivedere come era prima.In primo luogo e' stata ricostruita la parte piu antica,centro della citta vecchia.E ho pensato che io per prima potrei venire con la mia carriola a cominciare a sgomberare,magari dal'inizio della zona rossa,e come me tante migliaia di persone ,che amano L'Aquila e ne sono state allontanate.Ci vuole il progetto e questo lo dovete preparare voi,del comitato,che siete sul posto. Penso che questo tipo di iniziativa,aprofittando di ferie di Pasqua,di anniversario di Terremoto,avrebbe molti entusiasti seguaci- anche ogni Domenica,ora che viene la primavera.Penso che verrebbero ,tutti,posso dire " la Diaspora" tutti noi forzatamente dispersi,i studenti,volontari di tutta Italia,che stavano la Aprile scorso (eccetto i politici,ovviamente).Se la mia carriola,data la mia eta,forse non sarebbe troppo pratica,sono pronte a nutrire i volontari durante questa "scampagnata",porto il mio olio con pane di "Ville",sono capace di cucinare per 100 persone in 2 ore portando con me quando occorre per cucinare sul campo.Lo so che suona ingenuo questo mio sfogo ,ma sono determinata e non so a chi altro scrivere.Se mi puoi segnalare a organizzatori,posso portare anche i boy scaut (maggiorenni ovviamente) da mia citta oppure occuparmi di qualsiasi altra cosa.Con affetto Mamma di mammamsterdam.


Cara ciccia.se non ti vergoni di me,manda lo a Anna,anche come segno di adesione a sue iniziative.Baci,Mamma


No, decisamente non mi vergogno neanche un po'.

Anche perché in questi mesi pensavo lo stesso anch'io: perché hanno impedito scientemente (distribuendoli in giro, allontanandoli dalla città, blindando il centro tranne quando ci venivano in ben nati, non facendo mezza ordinanza per un terreno di smaltimento macerie o permettendo alla gente di fare da sé, invece di bloccarli con decreti e proibizioni)?

Perché non ci hanno messo in condizione di fare qualcosa noi? Perché hanno dovuto avvilirci, costringerci all'attesa, all'immobilismo, alla pecoraggine? Perché, mi chiedevo, i miei conterranei sono così apatici? chi è il pazzo che si è fatto venire in mente di dare il Guerriero di Capestrano a Bertolaso, cosa gli hanno iniettato per farcelo arrivare?

Perché quando mia suocera mi ha detto: guarda che se per aggiustare la casa a Ofena devo metterci dei soldi io lo faccio volentieri, in fondo ci vengo pure io in vacanza, mi veniva difficile spiegarle in olandese che volendo certe volte non è neanche questione di averli o meno i soldi, è che proprio ti impediscono di entrarci in casa tua.

Guardate che noi avremmo voluto fare come i friulani: rientrare in tanti e rimetterci a sistemare. A spese nostre, se intnto voi state cercando i fondi. Ma è inutile interrogarsi su cosa stiano fcendo con i fondi donati dal centro e da tutti gli altri. Non ci stanno sgombrando le macerie, neanche a Piazza Palazzo, che pure è un ombelico così nevralgico della città. Proprio perché le macerie è bene che restino lì e la gente è bene che si tolga di torno che sennò protesta e dà fastidio.

Mà, guarda, a te, ad Anna, a Vic e a infinite altre persone che conosco, il premio Carriola d'oro ve lo vorrei dare io. Altro che Guerriero di Capestrano.

21 commenti:

Mela ha detto...

ciao!
Ho già avuto il piacere di leggere la mail di tua mamma sul blog di Anna.

Posso linkare questa tua pagina sulla mia home di facebook?

Nel mio piccolo, sto cercando di far girare le notizie anche in questo modo.

Grazie!!! Un bacio ed un abbraccio alla tua grande mamma!

Mammamsterdam ha detto...

Mela, per favore fallo, non lo vedo come un autoincensamento, ma come lo sfogo naturale di tutto quello che sapevamo e si faceva fatica a raccontare in questi mesi. La frustrazione che con chiunque parli, sembra che tutti siano ipnotizzati dalle marce trionfali della TV e tu che lo sai e lo vedi com'è, sei una povera cretina che dice cose inconcepibili.

Se ci è voluta la televisione per convincere la metà degli italiani che non inneggia al complotto mediatico per dare un'idea di cosa sia successo in questi 10 mesi e dello scempio architettonico, se vogliamo, m,a soprattutto umano di tutta la gente presa in giro, forse è la volta che possiamo tirar fuori le cose scritte allora. Cosa che prima o poi farò pure io.

Pythya ha detto...

Cercati la trasmissione di Riccardo Iacona, PRESA DIRETTA di domenica 21 febbraio, sulla NON ricostruzione a L'AQ, sui soldi spesi per tutte le persone alloggiate negli alberghi sulla costa; sui soldi spesi per il progetto CASE mentre come dicono MOLTISSIMi con tutti quei soldi si potevano per lo meno rimettere in sesto case abbastanza agibili o poco inagibili. Ma, dimenticavo, siamo una massa di disfattisti.

Rabb-it ha detto...

Io linko te e poi passo a cercare il post da Anna, però ti avviso, io ho provato ad aprire il link che segnali e mi da pagina non trovata, magari è una grana del mio pc, ma se è sbagliato il link, be' io ho avvisato... la solita pignola.

Vado a segnalare questo post!
Ciao.
Un abbraccio a te ed alla tua mamma.

Mela ha detto...

vado a pubblicare sulla mia home di fb ;-)
L'ho già fatto altre volte, con alcuni post di Anna.
Dove posso, cerco di dare il mio piccolissimo contributo alla divulgazione della verità sull'Aquila.

La trasmissione di ieri sera di Riccardo Iacona l'abbiamo seguita in molti, spero...

Finalmente si sta muovendo qualcosa...finalmente...

Tutte le frustrazioni, le vessazioni, le costrizioni che gli aquilani e gli abruzzesi colpiti dalla catastrofe hanno dovuto subire (e ricordiamo, pure, il dolore immenso che si è insediato nel profondo del loro cuore...) ora stanno per venire a galla...

grazie a chi come Anna e come te, ne ha sempre parlato.

un grandissimo abbraccio!
Mela

Mammamsterdam ha detto...

Rabb-it, grazie della segnalazione, era un errore mio che ho sistemato, adesso il link dovrebbe funzionare.

TopGun ha detto...

Ieri Presa diretta, su rai tre, ha dato una panoramica bella chiara della situazione.

ovviamente chi non ha fatto nulla e se ne frega, dirà che quelli di rai tre sono faziosi, comunisti ecc. ecc.

appena la pubblicano su rai.tv la condivido.


p.s tua madre è un grandissimo esempio.
ci siamo dimenticati che si parte dalle cose semplici, facendo ognuno ne più ne meno che quello che può fare.

Anna ha detto...

Barbara carissima,
ti scrivo solo ora perché l'emozione nel leggere le parole di tua madre è stata talmente forte dall'avermi impedito di farlo prima. Aldilà della fattibilità della cosa, dille che anche le sue parole hanno contribuito a ridarmi quella fiducia che, dopo tanto penare, dopo tanto parlare, inascoltata, stava venendo meno. Le iniziative che prenderemo ogni domenica saranno tante. La tua mamma avrà senz'altro l'occasione di aiutarci con la sua cucina. Le casematte sono a disposizione.
Abbracciala, dille che le voglio bene.
Come a te, del resto. Da una grande mamma non poteva che venir su una figlia come te.

P.S. Forse non ti ho detto che mi sto trasferendo a San Pio delle Camere, in una bella casa l'affitto della quale posso permettermi. E' grande, ti prego di dire a tua madre che l'aspetto, quando e per quanto tempo vuole.
Ovvio, anche te.....

Mammamsterdam ha detto...

Guarda che ci veniamo sul serio:-). Sono contenta che tu abbia trovato una sistemazione migliore, tanto da invisibile se non ci pensi da sola, chi lo fa?

E a maggio passo. Spero che anche mamma si sistemi in qualche modo e rientri, che ce la vedo benissimo a fare la cuoca alle manifestazioni, lei è una persona estremamente pratica e proattiva, vedi che si porta giù tutti gli amici polacchi a cui in questi anni ha fatto conoscere l'Abruzzo.

farouchegrande ha detto...

Ba, adesso diffondo anch'io. da' un bacio a tua madre anche da parte mia.

Vic ha detto...

Grande la signora Margherita, l'ho sempre pensato e non serviva la conferma, ma mi ha veramente comossa. Dai che ci organizziamo, portiamo anche Francesco e Lucrezia, farà bene a tutti noi che qui ci sentiamo isolati, inutili e con tanta nostalgia.

emily ha detto...

che te lo dico a fare? mi ha commossa. tua madre è una donna splendida, è stato un bel regalo poterla conoscere.
chissà che le cose cambino, è una cosa vergognosa

Avalon ha detto...

Mammamsterdam, di noi di Peccatidigolediamicizia hai già conosciuto Mela. Ho messo sul forum il link a questa tua pagina e cercherò non solo di diffonderlo, ma di aiutare a far sì che le giornate delle carriole d'oro siano possibili... nel mio piccolo.
Ringrazia tua madre e abbracciala da parte mia.

Valentina

Mammamsterdam ha detto...

Cari,

mi fa piacere la vostra partecipazione, llora visto che per due giorni non ci sono, vi lascio nei prossimi post due pezzi che ho scritto negli scorsi mesi.

E per l'azione Carriola d'Oro, io l'ho detta così, ma chissà che non si riesca ad organizzare davvero.

LGO ha detto...

Ho letto sul sito di repubblica della "protesta delle carriole" ;-)
Maro', fosse l'inizio che si sta muovendo qualcosa! Voglio dire, che le parole vere della gente vera comnciano finalmente ad essere ascoltate!
Vabbe', calma e sangue freddo ;-)

Trasparelena ha detto...

ciao,
anche io ho visto presa diretta su raitre, e mi hanno colpito un sacco di cose: in primo luogo il fatto che anzichè aggiustare le case (almeno quelle meno lesionate) partiti in quarta a costruire nuove cittadine imponendo alla gente dove andare a vivere, che è proprio una violazione dei diritti umani, secondo me.
La seconda cosa che mi ha colpito, ma qui è un simpatico mio problema, è che a me che sto a Milano, abitare in una delle casette di berlusconi, di 3 piani, con un panorama mozzafiato e un sacco di verde intorno ecco, non mi farebbe nemmeno schifo, ma come diceva un mio compagno di università, Milano è un postaccio, in effetti.
Però son d'accordo che l'imposizione che è stata fatta è scandalosa, e che andava assolutamente riparato/aggiustato/ricostruito dove c'era il danno.
Una menzione vorrei farla x le casette di legno di Onna, che saranno pure di legno ma dentro ci stava della gente contenta (per quanto la situazione ovviamente lo permetta). E meno male.

graz ha detto...

Tua mamma dev'essere davvero un mito. Mi piacerebbe conoscerla, mi ricorda tanto la mia madrina (72 anni e 100kg di energia vitale purissima, matta come un cavallo)

/graz

Mammamsterdam ha detto...

Elena, tu avresti ragione a Milano, ma nei punti in cui hanno messo quelle casette sfregiando cosi' un paesaggio verde che sta li' da secoli proprio perchè finora per i costruttori milanesi c' era poco da guadagnare in Abruzzo e mandando in rovina case abitabilmissime in centro storico semplicemente perchè con le casette si specula di piu', questo è lo scandalo. E avere il panorama mozzafiato solo se eviti di guardare la casetta accanto, allora anche a molano risolviamo subito: basta appendere enormi gigantografie con foto di paesaggi abruzzesi e abbiamo risolto. A me che sono la regina del relativismo stavolta non riesce di relativizzare, perchè per fare male quelle casette si sono spese cifre esagerate inutilmente e non si è voluto mettere mano al centro storico.

Il centro storico dell'Aquila sta li dal '200, ogni 300 anni si è fatto un terremoto come Questo, altri minori li ha avuti tutto il tempo e un sacco di edifici stanno ancora li, evidentemente hanno criteri antisismici migliori dei fabbricati pubblici moderni, che con tutto l' antisismico sono crollati addosso alla gente.

Parliamone e non ci facciamo imbambolare dalle pubblicità degli immobiliaristi che hanno agito in favore dei propri affari e di quelli dei loro amici sulla pelle della gente e con i soldi di tutti noi.

Trasparelena ha detto...

@mammamsterdam: forse non mi son spiegata bene, son d'accordissimo che le casette di berlusconi non andavan fatte per ennemila motivi (tutti quelli che hai detto tu, più il fatto che hanno imposto alla gente dove andare a vivere che a me è una cosa che mi fa veramente accapponare la pelle)
volevo sottolineare la cosa ancora più triste che cioè ci sono realtà talmente brutte dove una bruttura può pure sembrare bella... ma in effetti ero fuori tema, probabilmente

_SaRaksha_ ha detto...

Bhe' , visto che ci hanno gia' pensato altri a chiedertelo, lo faccio anche io di linkarti da facebook.
E, ti giuro, non capisco come va il mondo, proprio non capisco.

Roberta Filava ha detto...

perchè perche Barbara? perchè la gente ha pensato bene ormai da anni di non occuparsi più del suo futuro, di non pretendere trasparenza e onestà diffuse a tutti i livelli, perchè non sa più incazzarsi veramente.
forse ora è troppo tardi ma se sarà necessario ci sarò anche io accanto a tua madre!
un bacio grande
roberta