mercoledì 26 novembre 2008

Desiderio di fraternità

Orso ha smesso di piangere al mattino. Sarà che adesso va a letto prima, dorme meglio e ha lo stimolo di Sinterklaas per svegliarsi e precipitarsi giù, ma quelle mattine di pianti amari urlanti, perché il cucchiaio era a destra invece che a sinistra, perché il bicchiere di latte era troppo o troppo poco pieno, perché il mondo esisteva, lui respirava e la vita miserabile, che io uscivo di casa alle 8;15 con già tutto lo stress della settimana accumulato, beh, è finita.

E allora ho tempo di coccolarmeli un pochino. Oggi, mentre lo tenevo in braccio e me lo sbaciucchiavo, mi fa:
"Mamma, a me piace tanto quando hai un bambino nella pancia".
"Si ,amore, ma non ce l'ho ancora. ci stiamo provando, ma è complicato, non è detto che riesca".

Ennio ne approfitta per precipitarsi verso la poltrona e saltarmi sulla pancia.
"Si, e bisogna mettere il pipitto qui" mi spinge verso l'ombelico.

Gliel'abbiamo spiegato noi o ne parlano a scuola? Non indago, ma mi espando subito.
"Certo, per questo il pipitto ha quella forma lì, per mettere meglio i semini".

Sulla faccia gli compare la scritta Eureka. Cavolo, al pipitto ergonomico non ci aveva mai pensato.
"E i semini dove stanno?"
"Nelle palline, cioè, voi due ancora no, ma chi è grande si".

Comunque, è decisamente ora che certi semini di nostra conoscenza si comincino anche loro a darsi una svegliata. e senza pianti, possibilmente. O piango io. Comunque, abitare vicino alle bimbe e vedere come ci si diverte in tre (che ieri sono stati da loro e hanno guardato Shrek 1) pae stia facendo venire delle idee persino ad Orso. Proprio ieri qualcuno mi ha richiesto se questo terzo lo voglio fare o no, che nel suo giro di amici si fermano tutti a due, ma lei ha appena fatto il primo e secondo me ha voglia di continuare.

19 commenti:

Igraine ha detto...

Che bello! Ma quanti anni hanno i tuoi figli? Ti seguo da un po', ma non credo di avere ancora commentato... io ho una sola bimba di 20 mesi, e sto provando per il secondo ma per ora nulla. Sarà anche l'età ma non dispero.
Ciao, Igra

Mammamsterdam ha detto...

Vanno per i sette e per i cinque. E brava, anch'io per quanto mi riguarda desideravo tanto due bambini vicini di età e anche se è stata durissima i primi tre anni, poi ne ho avuto solo enormi soddisfazioni e vantaggi. Auguri,

Ba

sara ha detto...

ah!
cosi' tu ed il marito state lavorando sodo per il terzo...bravi bravi :D
ve lo auguro di tutto cuore!

sara

Mammamsterdam ha detto...

Lavorare sodo, lavorare sodo... a tanto non ce la facciamo ad arrivare, la stanchezza ci stronca prima.

Diciamo che non ci stiamo opponendo, ecco, ma alla nostra età mi sembra un po'pochino, per questo metto i paletti alle aspettative dei cuccioli.

My ha detto...

in bocca al lupo!

misultin ha detto...

Anche a me piacerebbe la terza. Ma proprio non è cosa! Sigh!

sara ha detto...

ma va ma va che quando meno e lo aspetti...zac!
arrivano i pargoli. io ne so qualcosa ...ehm...coffcoff.

Flavia ha detto...

il terzo..? ma tu sei una VeraMAmma davvero. Grazie mille per il bollino, ti sta una meraviglia :-)))))

Mammamsterdam ha detto...

Mah, uno nella vita non può mai dire. Mio padre e mio fratello sono sempre andati pazzi per i bambini, io invece una volta che a 25 anni dovevo fare da babysitter a tre bimbi perfettamente autonomi ero terrorizzata.

Ma stare incinta mi fa così bene, i parti li ricordo come il momento di maggior potere della mia vita (ho la memoria labile, dice il capo, che c'era) e i cuccioli mi commuovono fino alle lacrime (anche se a chi mi sente penso di dare l'impressione della madre che non sa come scaricarli i figli), insomma ho gli ormoni che dopo anni di acne si sono decisi a collaborare, che dire?

Per fortuna non ho cominciato come te, Sara, a farli preso i figli, o rischiavo di averne 5 o 6 adesso. Per dire che la natura vede e provvede, con le femmine come me.

Igraine ha detto...

Sei una grande Mammamsterdam! Concordo con tutto quello che hai detto ora. Ma posso chiederti a che età hai iniziato? Così mi consolo...
Ciao Igraine

Mammamsterdam ha detto...

Igraine, a 35 anni.

Silvia ha detto...

Mi sto ponendo anche io la stessa domanda sul terzo.
La risposta l'ho già trovata a dire il vero.
Lo voglio. MA.
Ma vorrei aspettare un po'.
In bocca al lupo!
Silvia

Mammamsterdam ha detto...

Mah, mia madre a un certo punto mi ha detto saggiamente, un po' di tempo fa quando era il momento poco furbo, ma io ne avevo la solita voglia fisica che ti prende a volte, che anche a lei verso i 40era venuta una cosa del genere.

E di dare retta ai segnali, che delle volte è proprio il tuo corpo che cerca di dirti: ragazza, ultima corsa, ultimo giro, o ti spicci o scendi dalla giostra.

Lei infatti poi è stata operata e quindi la cosa è morta lì.

(Con il che non ti sto istigando a NON aspettare, segui i tuoi ritmi che non si sbaglia mai).

Igraine ha detto...

Quindi anche tu sei sui magici forties? Sto cercando tecniche per non farmi prendere dall'ansia di non riuscire a restare incinta, che pare sia il deterrente peggiore. Ne conosci?
Grazie, Igra

Mammamsterdam ha detto...

Igra, non c'è niente da fare. Alla nostra età pare bisogna inseminarsi ogni due giorni. O fare con il sistema della temperatura per scoprire il momento in cui ovuli.

Tutte cose che a una pigra e disorganizzata come me mettono l'ansia, allora chiudo gli occhi, penso all'Inghilterra e mi butto quando posso e come posso. Poi mi incazzo quando mi vengono le mestruazioni.

Igraine ha detto...

inseminarsi ogni due giorni non è possibile, non ce la facciamo, siamo troppo stanchi... forse sì, il capire il momento dell'ovulo serve. mi dicono che a questo è utile Persona, lo conosci?
perché pensi all'Inghilterra?

Mammamsterdam ha detto...

C'era questa espressione vittoriana, che era il consiglio alle giovani spose su come affrontare "quelle cose", dopo che avevano passato gli anni migliori della propria vita ad insegnrgli che osa bestiale e degradante fosse il sesso. Però l'Impero aveva bisogo di braccia e allora le madri il giorno del matrimonio gli dicevano: lay back, close your eyes and think of England. porelle pure loro.

Su Persona sento solo info di seconda mano, ma ci stavo penmsando anch'io. Però un nostro amico medico mi ha spiegato il discorso della temperatura. se hai un ciclo regolare tu ogni mattina ti misuri la temperatura sempre allo stesso modo (tipo, sempre sotto l'ascella, o come ti pare) e ti segni i valori a partire dal primo giorno del ciclo. A un certo punto la temperatura cambia di mezzo grado circa (non mi ricordo se in più, mi pare). A quel punto sai che il giorno prima hai avuto l'ovulazione ed ERA il momento buono. Solo che tu lo scopri troppo tardi, ma se tutto va bene il mese dopo, nello stesso giorno di ciclo lo sai in anticipo e vi date alla pazza gioia o ai doveri coniugali, come ti pare. Il giorno dopo scoprirai se era la volta buona. In teoria ci vogliono le temperature di un po' di mesi peressere sicura che l'aumento di temperatura cel'hai sempre allo stesso punto, ma uno può anche tentare subito.

Per me è un disastro, ovviamente, io anche dopo due figli non so quando ovulo, non so quando ho le mestruazioni, in genere sotto luna piena, aiuto, sarò un licantropo?

Igraine ha detto...

ahahaha fantastica la storia dell'Inghilterra, con quel tocco di humour nero che non guasta mai. non penso adotterò il sistema della temperatura, mi mette ansia l'idea di dover sapere DOPO quando ho ovulato. persona sembrerebbe più semplice, ho un'amica la cui sorella è rimasta incinta due volte così. conosci il blog mammaimperfetta? lei lo spiega in un post in home e mi pare ci sia un commento di una mamma dal ciclo molto irregolare...
ma che significa che non sai quando hai il mestruo? è molto molto irregolare?

ogni quanto...?

Ciao Igraine

Mammamsterdam ha detto...

Non lo so perché sono caotica, irregolare, voglio le sorprese a tutti i costi. E non ho testa per i numeri e il tempo. Fondamentalmente non voglio saperlo.