lunedì 3 novembre 2008

Addii

Io ho un grosso problema con le separazioni. Stamattina ispezione finale e riconsegna chiavi casa vecchia, ho retto solo perche' allafine non ne stavao uscendo piu', tra le dilazioni e loo svuotamento finale (ma quante puttanate sono riuscita ad accumulare in soli 41 anni? Per fortuna alla fine saranno cavoli dell' esecutore testamentario).

Il pianto me l' ero fatto sabato sera, al crepuscolo,mentre guardavo l buio (le lampade le avevamo gia' tirate via) fuori, la strada, le case dei vicini, il giardino, tutti posti che non vedro' mai piu' da li'.

Per fortuna e' stato un tale lavoraccio che non avevo tempo di pensare troppo.

"Ti ho tolto le chiavi dal mazzo" fa il capo rientrato stanco morto.
Meno male, che stavo giusto pensando di tenermene una copia per ricordo. Fare una cosa illegalmente inutile per pura nostalgia, ecco, tipico.

Ieri sera, invece, con il capo che stava facendo le ultime cose, i bambini finalmente a letto e io dal cinese all' angolo a prendere dei vermicelli ai gamberetti al capo lavoratore, sono uscita dal negozio,mi sono guardata lo stradone quasi desrto della domenica sera mi sono sentita per la prima volta dvvvero a casa. Sul mio marciapiede,davanti alle case dei miei vicini.

Perche' io dei nuovi inizi non soffro mai, tuttaltro.

3 commenti:

chiaradavinci ha detto...

ho appena finito "si chiama Francesca, questo romanzo" di Paolo Nori e tutte le volte che leggevo la parola 'trasloco' (compare spsso, te l'assicuro) ti pensavo. lui lì ha un sacco di paure, ma poi va tutto bene, dài, è un buon segnale.

barbaraland ha detto...

E allora buona vita nella nuova casa!!! Capisco benissimo quello che provi per la vecchia abitazione, ma essa rimarrà teneramente nei tuoi ricordi, semplicemente perchè ci hai vissuto!! ciao da Ba.

graz ha detto...

Quando ci siamo trasferiti nella nostra casa attuale, ho passato MESI a guardarmi intorno prendendomi a pizzicotti per essere sicura di essere sveglia. Non ci potevo credere che questa vecchia casa di fronte alla quale ho sognato per mesi fosse davvero diventata nostra! (beh ... nostra ... diciamo che è una comune tra noi e la banca ..).

Benvenuta a casa, quindi!! graz