mercoledì 20 maggio 2009

Movimenti notturni 2

Ieri rientro verso mezzanotte dalla radio.

Il campo ronfa con accanto il laptop che manda una puntata di qualche serie TV. Mi chiedo se non faremmo prima a rimetterla, la TV in casa e buonanotte.

Orso non è nel suo letto. Lo trovo nel lettone del fratello, di traverso, con un intero arsenale al fianco: scudo ed elmo da cavaliere, un paio di pistole futuriste e 'superstoniche' che adesso è l'aggettivo che va per la maggiore, e la spada retrattile intertellare di Armand (o Millet). lui avvoltolato strano nel piumino.

Ennio seduto per terra tra pelle di pecora, cuscini vari e la sua coperta, con la testa appoggiata al bordo del letto. In bocca il suo solite pollice destro da ciuccio.

Mentre sgombro e li risistemo Orso emette una filippica contro il fratello che lo avrebbe insalsicciato nella coperta, ma la cosa non è chiara.

Ennio si agita un attimo mentre gli toglo il dito di bocca, ma poi basta abbracciarlo, dirgli qualcosa di confortante a bassa voce e tenergli un minuto la mano sulla testa che si rassicura e continua a ronfare.

Stamattina, per svegliarli in dolcezza, mi sono andata a mettere l'ultima mezz'ora di sonno anch'io con loro e di nuovo mi sono meravigliata e intenerita a guardarli mentre dormono.

Nonostante siano più lunghi che larghi, che gli si contino comodamente le costole e le vertebre, Orso ha sempre quelle rotondità commoventi da bambino piccolo in un accenno di manina paffuta che teneva sul mio braccio, e nella guanciotta cascante appesa su un piccolo broncio da pre-risveglio.

Ho deciso: ci dobbiamo fare un lettone a 4 piazze in camera di Ennio e un'alcova privata e blindata per qualche raro momento di passione coniugale in camera nostra.

E poi dedicarci alla cura del sonno, bandendo libri e computer dal letto.

Ma che dico, sono io la prima che se non legge o smanetta a letto non dorme.

8 commenti:

Babuska ha detto...

Io dormo con i libri sotto il cuscino... ;-) Grazie del tuo passaggio da me, faccio outing solo ora ma sappi che ti leggo spesso. Alla prossima.

Lanterna ha detto...

Dormire con i piccoli è troppo bello. Quello che lo rende pesante è quando diventa un dovere fisso, ma vuoi mettere che bellezza avere di fianco un non-più-neonato che si abbandona contro di te, magari nel dormiveglia del primo mattino? Quello è bellissimo.

Mammamsterdam ha detto...

iNFATT, IO CON eNNIO HO COMMESSO L'ERRORE DI FIDARMI DI CHI SOSTENEVA CHE A 3 MESI LO DOVEVO METTERE IN CAMERA SUA. Ad averlo allora il lettone, facevo tutta un'altra vita.

Marilde ha detto...

Anch'io come babuska faccio outing ora, ma ti leggo spesso. E' che sui bimbi nel lettone (ogni tanto) mi hai fatto tornare in mente una delle cose belle della maternità. Ciao!

enikő ha detto...

Ma lo sai che abbiamo programmato che nella prossima casa (quella definitiva, si spera) avremmo costruito un letto gigante a 4 piazze circa? :))

Mammamsterdam ha detto...

Ma me lo dite solo adesso che mi leggete di nascosto? A me fa un piacere enorme.

LGO ha detto...

Secondo me anche i libri e il laptop ci stanno benissimo. Tanto, sono quattro piazze ;-)

ninnamamma ha detto...

Anch'io faccio outing...ma sul fatto che il sonno condiviso a casa mia impera. Pensa noi abbiamo un letto matrimoniale ed uno ad 1 piazza e 1/2 abbondante (ikea...)io e mio marito dormiamo ognuno con un figlio. Tutto è nato dall'esigenza di dormire senza doversi alzare 100 volte a notte e devo dire la verità che ha funzionato, dormiamo tutti meglio. Ora aspettiamo il momento giusto per trasferire i tati a dormire assieme.