venerdì 21 marzo 2008

Nothing like a deadline...

...to sharpen your mind. Nelle ultime prove di ieri e oggi abbiamo finalmente messo a punto la memoria. Certo, rimangono le cose qui e lì che ci porteremo dietro fino a 5 minuti dalla prima, ma quelle servono per non stressarsi con le pippe mentali, che ci faremmo su dettagli insignificanti se avessimo la benché minima certezza di essere pronti.

Grazie al venerdi santo, Silvia che non è andata al lavoro, era con noi nell'ultima prova e sapete la cosa più bella? Ci stiamo divertendo un sacco. Adesso ci divertiamo proprio a recitare questo testo, anche se lo sappiamo a memoria, persino oggi mi saltano fuori dei significato che non avevo mai colto - ma quanto sono scema - di un paio di mie battute. Ci godiamo una per una tutte le parole che diciamo e quelle che dicono gli altri.

Il che dimostra che la scelta di lavorare in modo concentrato, facendoci insegnare da chi ne sa più di noi, senza mai perdere di vista il nostro compasso interno, la domanda che ci siamo posti all'inizio della stagione: ma io mi diverto a fare le prove o le vivo come un peso? era quella giusta.

Quest'anno abbiamo lavorato in 4, quelli che si sono detti: si, io mi diverto e le prove mi danno un sacco di energia, e me ne prendono anche tanta, ma mi fanno bene. Che si sono detti: basta con le palle al piede, divertiamoci.

Ecco, io non lo so come andrà a finire il 27, 28,29 e 30 marzo in teatro, con il pubblico, le luci, il pappagallo in arrivo da Firenze con le sue canzoni, la tecnica, i video e la scatola magica delle marionette di Alberto e della Barbarina (che sembra un titolo di operetta, ma sono i nostri giovani gei della sala progetti) che ancora non abbiamo visto. Per scaramanzia e per rigore intellettuale non dirò mai che è andata benissimo. dirò solo che abbiamo lavorato al nostro meglio e che e siamo contenti.

Però da come è andata la prova di oggi, solo di testo, seduti intorno al tavolo a casa di Seba, è stata una gran bella prova e da sola vale tutto il lavoro, la fatica e la crescita di questi ultimi cinque anni da Astarottiani.

Mi faccio un applauso da sola.

3 commenti:

animapunk ha detto...

in bocca al lupo, anzi di più!!! è bello così, nella vita ci deve essere passione, è una sola e va goduta a dovere....sono sicura che sarà un successo.
figlio arrivato (fuori con gli amici sia ieri sera che oggi, ma nella stanza la valigia c'è....)

graz ha detto...

thumbs up!!! e tanta tanta tanta tantissima mierda!!!!! graz

mamikazen ha detto...

Chebbbello!
Anch'io ho ripreso le prove, e devo dire che sono assolutamente TAUMATURGICHE.
Chebbbello!
Buona Pasqua e buona limatura dello spettacolo (merda, merda, merda!)