giovedì 21 aprile 2011

Ma ditemelo, che ci vuole?

Mamma, la vicina ti deve dire una cosa, e io tremo. La vicina mi comunica a nome di un non meglio definito vicino dal lato del giardino ovvero dietro, che a loro da molto fastidio vedere appeso alla balaustra del balcone che guarda dietro, appounto, da sei mesi un tappeto. Premesso che sono due mesi scarsi, prima pioveva troppo, io ce l avrei un motivo per tenercelo. Ma non posso dirlo e l ho ritirato.

Poi altra mail che mi chiede cosa ci sia di culturale nelle mie degustazioni di vini, visto che le fanno in tanti. Be le faccio io, vieni e vedi. Viene, anche se mi comunica che ne ha anche sentito parlar male, da italiani si intende.

Ora ci ho pensato bene. Gli italiani che vengono alle mie degustazioni se non erano amici all 80% nel frattempo lo sono diventati e continuano a tornare. Tranne una. Che e amica sua, ora che ci ripenso.

Tout se tient.

Ma se lo dicono direttamente a me non facciamo prima? Anche anonimamente, che so, un biglietto anonimo nella buca delle lettere. Un commento anonimo sul blog.

Cara vicina il tuo giardino posteriore sembra un letamaio, fai qualcosa che da fastidio.

E io risponderei, caro vicino tu che abiti nella casa con l affitto sussidiato, sono anche le mie tasse che ti permettono di poagare poco. E nel mio giardino di proprieta ci faccio quello che mi pare. Tranne appendere il kilim al balcone, ma solo perche l ha intravisto Giulia che e vissuta in Turchia e mi ha detto che e molto bello. Allora ho deciso che farlo schiarire al sole forse non e questa grande idea, anche perche dopo due mesi non ha cambiato sfumatura, e mi sono convinta che sia un buon tappeto.

(Se poi capissi come ha fatto a cambiarmi l impoistazione tatiera del mac che non ce un segno diacritico uno che corrisponda e mi mancano apostrofi e virgolette e chiocciola, ecco, quegli interventi li li accetto con piacere. Magari vado a mettere un biglietto ai vicini per chiederglielo).

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao,

Dal primo giugno mi trasferirò ad amsterdam con mia moglie e leggendo queste cose mi sto preoccupando :-)

E' la tua vicina che è particolare o sono tutti cosi?

Colgo l'occasione, anche per farti i complimenti per il blog, il tuo insieme a tanti altri mi stanno aiutando molto.

ciao
daniele

wwm ha detto...

anche io ho un vicino non ben definito che mi lascia bigliettini non appena l'erba cresce poco poco e ci tiene a dirmi che fa contrasto con il vicinato....
vabbè...
certa gente proprio non ha un tubo da fare e da pensare eveidentemente!

stefafra ha detto...

Mmm, riguardo ai vicini rompiballe non saprei, ho lievi rompenti ma non sono cosí male. E vorrei tanto dire al vicino di destra che la sua palma é morta, defunta, e che mi rompo molto le scatole a raccogliere fogliolone di mezzo metro che piovono sui miei poveri tulipani e affini, visto che i venti prevalenti buttano dalla mia parte. Spero che le foglie finiscano presto e si rassegni.
Per la tastiera, controlla che non abbia deciso autonomaente di cambiarti l'impostazione della tastiera.
A ma capitó col Window XP-pro, che decideva di suo che se scrivevi in Inglese allora per forza dovevi avere una tastiera "fisicamente" inglese, no grazie, ne avrei una svizzera e parecchi tasti sono diversi.
Il trucco per XP lo saprei anche, ma per il Mac no, cerca on-line come cambiare/controllare il tipo di tastiera installato...
Potresti cominciare a questo link:
http://www.ehow.com/how_2065339_change-keyboard-language-mac-osx.html
Buona fortuna.

Baol ha detto...

Potresti far sparire il vicino arrotolato nel tappeto...

Giorgia ha detto...

Ciao Barbara, mamma mia che giornatina hai avuto!
Spero di aiutarti almeno per quel che riguarda la tastiera: potrebbe essere che tu abbia cambiato l'impostazione da tastiera italiana o olandese (non so quale hai) a tastiera inglese. Se così fosse, il punto di domanda sarebbe al posto del trattino, il punto e virgola al posto della à, la chiocciola sopra il 2 (shift+2) e cose del genere.
Per rimettere a posto le cose puoi provare a premere cmd+space, e se non funziona devi andare su preferenze di sistema, impostazioni internazionali e input sources per modificare le preferenze.
Spero di esserti stata d'aiuto (e che domani sia un giorno più sereno)!

pollywantsacracker ha detto...

sai cosa, è che con i vicini purtroppo si fa sempre molta fatica. io grazie a dio, nella mia casa di proprietà ho (per ora) dei vicini fantastici, di quelli che ti spalano la neve senza che glielo chiedi, che portano una caramella alle bimbe e una cassetta di pesche per te. invece a casa di mia madre, per dire, c'è una tipa che l'altro giorno, molto acidamente, mi ha detto che mi dovevo levare dal parcheggio (pubblico con strisce bianche) più vicino al suo ingresso perchè lei è invalida, io l'ho fatto, e poi ho scoperto che detiene il cartellino "invalidi" di sua madre (morta). dopo finisce che ci si incattivisce...e quando passo sotto alla sua finestra mi scappa sempre un "vecchia troia" neanche tanto tra i denti. ups.

Murasaki ha detto...

Mi pareva strano non vedere nemmeno un accento... come hai fatto a toglierli non so, ma se non hai ancora risolto prova così:
- clicca su preferenze di sistema
- clicca su Internazionale
- clicca su Menu tastiera
e da quest'ultima finestra verifica se siano selezionati "gamma caratteri" e "italiano"

Spero di esserti stata utile :)

Mammamsterdam ha detto...

Diciamo che con i vicini ho rapporti di saluti cordialissimi e indifferenti, mai vistici e sentitici, anche se con una ci proviamo volentieri e abbiamo pure un amica in comune, e poi ci sono percentuali minime di scocciatori.

Pero ieri le mie preghiere sono state accolte, qualcuno me l ha detto. Stavo parcheggiando la macchina condivisa che mi e venuto il vecchietto che abita di fronte al parcheggio per dirmi che un paio di volte ha trovato le portiere posteriori aperte e cosi mi ha dato là idea di controllare sempre anche quelle. Ci vogliono anche i vecchietti impiccioni in un vicinato, basta che ti dicano pure cose utili. E qui sono quelli che se sei in vacanza (e lo sanno) e vedono cose sospette chiamano subito la polizia, dio li benedica.

ziacris ha detto...

Dai, cantagliele, fagli vedere chi sei...se serve aiuto, fai un fischio

mamikazen ha detto...

queste sono le classiche cose che mi deprimono per una settimana e mi fanno sentire una cacca (i vicini, non la tastiera: quella mi farebbe solo uscire dai gangheri!).
spero che nel frattempo tu abbia risolto i problemi(anche se dal commmento qui sopra non si direbbe...), l'unico consiglio tecnico che ho è provare a dirle cose feroci in abruzzese, alla tastiera balenga. Oh, col marchigiano a volte funziona!

barbara ha detto...

Beh, io il libro sulla meditazione me lo sono comprato e lo sto studiando, certo che è geniale ma richiede tempo e lavoro... ma altre soluzioni per trattare con i tipi che descrivi tu (che siano vicini o mariti poco importa e sai di chi parlo) non ce ne sono. Non puoi cambiare gli altri ma solo il tuo atteggiamento nei loro confronti (poi capita che di conseguenza cambi anche il loro, ma, ripeto, ci vuole un po' di tempo...)