domenica 20 luglio 2008

Edipicità

"Mamma, Orso dice che ti sposi con lui".

Oddio ci risiamo. Adesso sta facendo anche le pubblicazioni. Da due giorni Orso ha deciso che ci dobbiamo sposare. Inutile spiegargli che io sono già sposata con suo padre, che nessuno sposa i propri genitori e che anche lui dvrebbe trovarsi una persona non sposata che vada bene per lui. (Che in questa famiglia cerchiamo di evitare il sessismo, quando si può e ce ne ricordiamo, e che decida lui chi vuole sposarsi e perché).

"Tu sei sposata con papà, ma papà va a lavorare e non c'è, e allora tu ti sposi con me".

Sentito capo? Tu vai, a lavorare, che c'è chi si occupa di me.

Questa la conseguenza di andarsene in viaggio di nozze con un uomo. Che con Orso ci siamo fatti da soli il grande viaggio da Amsterdam via Eindhoven a Roma, poi Flavia ci ha prelevati e coccolati per quel paio di giorni a San Felice al Circeo, il posto ideale per rilassarsi con i bambini, dove abbiamo dormito core a core e ci siamo dati tanti bacetti e coccole sotto l'ombrellone. E dove Orso, ha contraddetto l'orsaggine dandosi a una grande vita sociale con tutti i bambini che gli capitavano a tiro.

Queste le conseguenze. Mi vuole sposare.

A me questa cosa mi ha colta tanto di sorpresa: Ennio non l'ha mai avuta. Anni fa, quando aveva quasi tre anni, ho fatto da interprete a un gruppo siciliano di operatori del sociale che stavano visitando una serie di strutture in Olanda. In attesa di un treno ci siamo messi a chiacchierare, guardacaso, di figli, con una donna che aveva anche lei un bambino coetaneo di Ennio. E nella conversazione abbiamo tirato dentro uno piscologo, un signore carino cinquantenne, che sentità l'età (quasi tre anni) ha chiesto subito:
"Ed è già edipico?"

Lo small talk degli psicologi, dio li benedica.

E adesso, con mia enorme sorpresa, ho anch'io un figlio edipico. Speriamo che passi, che a me il complesso di Giocasta non ha mai fatto sangue.

3 commenti:

mamikazen ha detto...

Il mio primo, che di anni ormai ne ha quattro, è edipico col babbo... vedremo il secondo.

Tra un po' vengono su da voi a sposarsi due signori delle nostre parti, un consigliere comunale e un deejay coppia gay storica che ha deciso di convolare a nozze (e di farsi un bel viaggetto dalle vostre parti, più che altro, immagino).
Ho la fobìa degli omòfobi, ma dalle nostre parti va ancora molto di moda, persino tra gli insospettabili ex sessantottini e femministe ecc. Che tristezza. L'omosessualità femminile viene addirittura negata, l'omosessualità femminile non esiste.
Personalmente spero solo che i miei figli siano forti e orgogliosi di vivere l'amore e la passione e trovino delle belle persone con cui fare uno o più pezzi di strada.
O.T.: su mamikazen ho risposto (spero esaurientemente) al tuo commento sui concerti. Buon Abruzzo !

i roberti ha detto...

ciao Barbara ben arrivata in Italia, non so se sei ancora in abruzzo...comunque sveva è rinetrata all'ovile e noi siamo quindi in vacanza, io e lei naturalmente....aspettiamo di sentirti.
buone vacanze italiane!
roberta

Mammamsterdam ha detto...

Mami, ti dirò, l'omosessualità femminile è meno evidente anche dalle nostre parti. Che solo alla cena di vicinato ho conosciuto la mamma 2 di un amichetto, che con mamma 1 ci siamo fatte tante sorveglianze insieme a scuola e non è che la cosa fosse saltata fuori.

Comunuqe auguri ai tuoi sposi, se gli dovesse servire un interprete giurato per la cerimonia... ne ho appena fatta un'altra a due amici romani.

@Roberta: pensavo di chiamarti domani appena risolvo un paio di beghe logistiche. diiamo che mercoledi fino all 16:30 sono incastrata qui, e se poi trovo un autobus per Pescara e un'anima pia che mi porta con Orso alla fermata, pensavo di passare e vederci subito. Poi andiamo a Roseto al mare, dove ci precedono le sorelle materassi con Ennio.