martedì 3 giugno 2008

Vincitori e vinti

Noi in famiglia non siamo affatto tifosi di calcio, non lo erano neanche i miei. Mio suocero si guarda tutte le partite in TV, ma in modo distaccato, per amore dello sport. Non ha una squadra del cuore, non si addobba. Insomma, io per sentito dire so che ci sono campionati, europei, mondiali, ma così come ti raccontano della deriva dei continenti. La cosa non interferisce troppo con la mia vita.

Nella vita si vince, si perde in tante occasioni, ogni volta è una lezione per capire di cosa siamo capaci e trarne un insegnamento, e poi via con l'ordinaria amministrazione. No, decisamente non penso di essere un tipo passionale da questo punto di vista.

E mi toccava venire a vivere con gli olandesi! Che so infallibilmente che mi aspetta un'estate di qualcosa di grosso legato al calcio, non so bene cosa, ma purtroppo prima o poi qualcuno me lo viene a raccontare.

Come lo so? intanto lo vedo: addobbi arancioni ovunque, non tanto dove abito ora che è pur sempre un posto fighetto dove chi affitta casa nei palazzoni disegnati dagli architetti per contratto non può appendere panni o mettere vasi da fiori al di fuori delle balaustre di vetro dei balconi. L'architetto ha deciso così.

Però nella zona della casa nuova: interi giardini addobbati di badierine, festoni, pavesate da cima a fondo. I negozi: tutti i depliant di qualsiasi tipo di negozio hanno pagine arancioni in cui offrono magliette, trombette, i festoni sopramenzionati, bicchieri, cuscini, amennicoli vari tutto a tema arancion-sportivo.

Giuro per esperienza: li comprano e li usano. Si addobbano nei modi più inverecondi, con parrucche, tette finte e altro.



(La foto l'ho rubata dal Volkskrant, un giornale serio nazionale, mica bruscolini).

Un'altra cosa estremamente irritante, ma quest'anno non succede ancora tanto, sono le ditte di direct marketing, che cominciano a spedire fax, mail e depliant dal tenore: il 95% dei suoi clienti e dipendenti gradisce venir accolto in un'atmosfera sportiva. Oggi stesso invii il coupon per 1000 (aggiungere gli zeri che si vogliono) magliette/penne/laptop/watercooler/ventilatori/carta intestata/zerbini/torte con la glassa arancione con il suo logo e a decoro sportivo. Forza Orange.

(A me, che il mio logo me lo devono lasciar stare, porca puttana). Quei clienti e dipendenti possono togliersi dai coglioni, loro e l'atmosfera sportiva. E poi sono una ditta individuale. (E il bello è che per una volta non parlano manco di offerta speciale, mi sparano direttamente i prezzi più alti che hanno. Che lo sport costa, signori miei, guardiamo Moggi).

Insomma, qualcosa di grosso si prepara. e dioneliberi se mi vincono.

Che gli olandesi, da perdenti sono i più grossi gentiluomini ndel mondo. Sembrano Veltroni: prima ancora che uno possa farsi un urlaccio di gioia e forzaitalia spontaneo, vengono da te, si congratulano, ti stringono la mano e pretendono di fare con te l'analisi in moviola per dimostrare che in effetti è giusto che abbiano perso. Insomma, ti reprimono sull'istante qualsiasi mania di sbracamento. Non ci si può gioire in santa pace, se li hai tra i piedi, porcoboia.

Ma non sia mai vincono: diventano questa massa danzante, urlante, saltellante, ingurgitante ettolitri di birra, pisciante nei canali, ruttante, strafottente, rompicoglioni, tutto come il solito insomma, ma tinta di arancione. Da bravi calvinisti, quando si lasciano andare perdono ogni freno inibitorio. Tanto il giorno dopo si ricominica a guardarsi di sguincio.

E scusatemi tanto signori, ma il mio senso estetico si ribella a tanto scempio visivo. Passi il casino, passino gli urlacci che scuotono tutto il vicinato (anche il mio attuale vicinato, che non addobberanno, ma la partita se la guardano tutti).

Volete vincere, volete festeggiare, evvabbene, ma trovatevi un colore più gradevole.

PS: i tifosi che passano di qui, per favore risparmiatemi. In fondo non ho manco cominiciato a dire come mi secca che i soldi delle mie tasse, invece di ridurre le liste di attesa in ospedale, debbano andare a pagare i cordoni di poliziotti e i treni scassati dai tifosi. Mica l'ho detto. Lo penso soltanto e in epoca di partite, lo penso un po' più di frequente.

5 commenti:

mamikazen ha detto...

Pensare che l'unico olandese che frequento è un distintissimo clavicembalista esperto di musica antica.
Però mò che ce penzo ho visto qualcosina di arancione spuntare dal suo taschino, l'altro giorno... ^^

Mammamsterdam ha detto...

Fai la prova del nove, mami: offrigli qualcosa di arancione il 9giugno, che pare ci sia la partita Italia - Olanda. Vedi come ti reagisce e poi me lo racconti.

aggiornamenti: iri mi è arrivata una mail sportiva dalla mia banca. lA MIA BANCA. e io che pensavo che fossero persone serie. Mi sa che chiudo il conto :-)

graz ha detto...

io ho scoperto, 'riposte' in sacchetto 'riposto' nell'armadio, due maglie arancioni E NON VOGLIO SAPERE che razza di maglie sono. E FINGO DI NON AVER VISTO l'estratto conto dell'AMEX :-( .... Ciao, graz

barbaraland ha detto...

Neanch'io, nè la mia famiglia siamo tifosi. Mio marito è più o meno come tuo suocero...tranne quando arriva il suo grande amico dall'Inghilterra! Neanche gli Inglesi scherzano!

niki ha detto...

Almeno da voi sono solo tifosi, qui da noi sono maniaci maoisti che fanno paura e bloccano tutto per giorni!
Ogni paese ha le sue disgrazie....

Bellissimo il tuo blog!
Ciao Niki