venerdì 24 giugno 2011

Calzedonia riflettici



[fine indegna di un paio di mutande di Intimissimi nella scatole dei lucidi per scarpe]

Su segnalazione di Nicoletta di un post di Giovanna Cosenza, ho deciso di scrivere a Intimissimi perchè la trovata di ingegno delle mutande Bunga Bunga mi ha persuasa definitivamente a boicottare quest' azienda. La mail sotto è mia ma sul blog di Giovanna trovate un esempio di mail più neutro. vi invito a partecipre se anche voi come me siete stuf* di certe manovrette squallide su argomenti purtroppo seri e che in senso lato hanno anche a che fare con noi e la nostra vita in questo tipo di clima.

Se poi qualcuno nel frattempo sa suggerirmi dove posso comprare calzette lunghe e colorate per gli Gnorpoli, che ne hanno sempre bisogno, di un marchio meno ' spiritoso' mi fa un favore, perchè negli ultimi anni veramente ho sempre comprato quelle al pilota automatico e adesso mi tocca rinventarmi qualcosa. Io adoro quelle della Hema qui, ma sono solo corte e a me il calzino corto fa 'yiikkkees'.


Spettabile azienda Intimissimi,

Da quanto tempo rifornisco una famiglia numerosa di mutande e calzette del vostro marchio e di quello Calzedonia? Probabilmente da quando avete aperto i primi negozi e sicuramente e abbondantemente da quando ne avete messi agli aeroporti di Roma. Vivo all' estero come buona parte della mia famiglia e tra me, mia madre e mia cognata abbiamo sempre approfittato dei tempi di attesa del volo per fare le scorte invernali ed estive per noi e i nostri mariti e figli. Bene, ho finito, i miei soldi sul vostro fatturato non li vedrete più. Intanto passo a Sloggy e poi ci si penserà.

Il motivo è che il vostro nuovo prodotto, le mutande “Bunga Bunga Dance”, sono estremamente offensive e se non ci arrivate voi, che avete uffici marketing, comunicazione e stampa (e se non li avete, vi suggerisco di procurarvi almeno un buon consulente alla comunicazione che ve lo spieghi) non perdo tempo io a farlo.
Inutile scherzare con le mutande su quella che è una vicenda grave e penosa della storia recente del nostro paese. Una vicenda che sta buttando all' aria la credibilità di tanti personaggi importanti e che ha stimolato una grossa maggioranza di cittadini a partecipare a proteste in piazza, sul web e nella cabina elettorale.

Non serve che mi mandiate una mail di risposta minimizzando il significato di questa cosa, dicendo che si tratta di uno scherzo simpatico e che sicuramente state vendendo kilioni di esemplari. Io non dubito che ogni prodotto squallido abbia i suoi estimatori ma vi invito a riflettere sul significato di quello che state facendo per l' immagine e il futuro della vostra azienda.

Mi unisco quindi a tutti coloro che vi stanno chiedendo di ritirare dal commercio l' articolo. Che vogliate pure aggiungere una lettera di scuse mi lascia sinceramente indifferente, siete un' azienda che è perfettamente in grado di prendersi le proprie responsabilità sociali ed aziendali, e la mia opinione è che in questi casi è inutile fare dei discorsi etici, basta mettere mano al portafoglio, che le flessioni nel fatturato in negativo sono l' argomento migliore. Questo è esattamente quello che ho intenzione di fare, smettendo di acquistare i vostri prodotti e persuadendo il maggior numero possibile di persone a farlo.

Come autrice di alcuni blog letto da molti genitori e non solo, persone da raggiungere ne ho.
Buon lavoro e pensateci bene, di tutta la gente che negli scorsi mesi ha tentato di darsi notorietà sul web e fuori giocando con il Bunga Bunga, gli unici che hanno avuto un risultato permanente e duraturo sono stati Elio e le storie tese. Gli altri si sono immediatamente azzittiti, chissà come mai. La mia supposizione è che una battuta del genere, per tutto quello che comporta e ci sta intorno, non è più divertente per molte famiglie italiane, e da giornalista italiana all' estero vi invito anche a riflettere al pessimo servizio che fate alla reputazione del nostro paese. Non per amor di patria, ci mancherebbe, semplicemente perchè come azienda che vende in Italia sarete immagino estremamente consapevoli di ciò che vuol dire quando le agenzie di rating cominicano a tenere d' occhio le aziende chiave, cosa che sta succedendo anche grazie alla costante perdita di reputazione all' estero dei nostri rappresentanti politici.

Un paio di mutande non provocano sicuramente la caduta di reputazione e finanziaria di un paese, ma sono in questo caso un sassolino nella scarpa estremamente fastidioso.

Cordialmente,

Barbara Summa

15 commenti:

luciebasta ha detto...

Ti ringrazio per la info, purtroppo nella comunicazione non c'è mail limite al peggio...

MammaViò ha detto...

Sono francamente senza parole!! Anch'io vivo all'estero e sinceramente questa me l'ero persa!! Non appena mi passa la sensazione di schifo e riesco a mettere giù due righe non eccessivamente offensive scriverò anch'io a Calzedonia, intanto condivido in facebook il tuo post.
Grazie dell'informazione,
Viola

Anonimo ha detto...

bravissima, velenosa ed efficace. Io mi sono limitata a copiare la mail di Giovanna Cosenza, ma avrei voluto trovare la vena creativa per concepire una bella frecciata come la tua.
Luisa

lorenza ha detto...

Bellissimo, lo condivido dappertutto :)

luby ha detto...

in tutta la mia vita ho comperato da loro solo un reggiseno perchè me ne occorreva uno in particolare.
non sapevo nemmeno di questo prodotto "simpatico"(?????)
ma di sicuro continuerò a non varcare la loro soglia...

la tua lettera è perfettamente quello che penso di loro anche io,ma ovviamente tu hai stile nel farglielo capire ;)io non sarei stata così diplomatica...

Mammamsterdam ha detto...

Grazie per le risposte, anch' io delle volte pernso che non si può combattere contro tutto e tutti, poi invece grazie anche all' esperienza con Donne Pensanti mi sono resa conto che i numeri fanno e fanno tanto, specialmente quando ale aziende gli tocchi il fatturato, quindi per favore, scrivete anche voi perchè funziona.

Nina ha detto...

Occhei buono a sapersi. Non ne conoscevo l'esistenza, non sono una cliente fedele a Intimissimi e da un po' non esco per un po' di sano shopping. Grazie per la segnalazione e l'impegno, ora mi informo, approfondisco e vedo di condividere l'iniziativa :)

emily ha detto...

Sei Strepitosa Come Sempre.
dove si può scrivere una mail come questa?

Mammamsterdam ha detto...

Sta tutto sul blog di Giovanna, comunque io l' ho mandata a info chiocciola intimissimi.it

adriana ha detto...

vado, subito, sul blog di giovanna io non ero assolutamente al corrente (sigh!) Grazie ... passo parola

M di MS ha detto...

Ma dai, non lo sapevo!
Che azienda con l'anello al naso.

adriana ha detto...

calzini : Decatlon ...
mutande : mercato,Oviesse

Lumaca a 1000 ha detto...

Grazie della segnalazione! Mail inviata e fatto passaparola :)

Speranza ha detto...

Brutti schifosi! Non hanno proprio capito nulla!
Condivido, faccio un post e preparo una mail.
C'è qualcuna che sa creare un banner, che sponsorizzi l'il boicotaggio, così lo mettiamo in bella vista a caratteri cubitali nei nostri blog, profili di fb?

rossella ha detto...

Sono più che d'accordo!