sabato 12 febbraio 2011

Il senso dell'olfatto applicato ai bambini

Da piccoli i bambini hanno quell'odore tenero di formaggetta fresca, poi evidentemente crescono e si stagionano pure le formaggette (scusatemi il margara-tour, stasera ho rimesso sotto pressa il secondo formaggio della mia vita, e il primo già non era affatto male).

Tornando ai bambini, come diceva l'amica Pina, quando sono piccoli pure la pipì è acqua santa.

Poi un sabato mattina, mentre tutti e quattro vi fate le coccole nel lettone capisci che si è passato un punto di non ritorno, perché chiunque ha il fiato del caimano di prima mattina e io avevo accanto due cuccioli di caimano.

Che tenerezza quando crescono. E fra qualche anno gli arriveranno pure gli spaventosi piedi puzzolenti dell'adolescente che sparge ormoni.

Oh, sono pietre miliari queste.

3 commenti:

mamikazen ha detto...

gli unici momenti in cui non m'intristisco per l'anosmia :D

Angy ha detto...

Ciao!
Sono Angelica da Utrecht e il tuo blog e' super bello! Faccio parte del team di radiopizza e vorrei intervistrarti riguurado il ruolo della mamma/doona/lavoro in Olanda....la mia emial e' angycand@gmail.com! contattami prima che puoi, anche se non sei interessarta ovviamente!!!

Grazieee!
Angelica

MAQ ha detto...

non so se gli odori artificiali siano sempre migliori. Lele ha un profumo ALLA VANIGLIA ed entrare in camera sua è come entrare in una pasticceria. Pìruli smalta tutte le unghie su cui riesce a... mettere le mani e sembra di stare in un negozio di vernici. io apro le finestre e inalo lo smog. che fatica!