domenica 6 febbraio 2011

Fatiche compleannizie


La settimana scorsa mi lamentavo di tutto il lavoro per i festeggiamenti di Ennio, e ieri per rilassarci abbiamo festeggiato in famiglia il capo che mi diventa coetaneo. A parte le varie cartoline e telefonate, visto che in Olanda i compleanni sono una cosa seria, e a parte la consegna fiori da parte del lavoro del capo, altra prassi lavorativa in Olanda, ti mandano i fiori a casa per le ricorrenze, mi ricordo la bellissima composizione che mi è arrivata quando è nato Orso, abbiamo deciso di mangiare fuori.

La novità è che per una volta non andiamo in pizzeria, ma in un ristorante che piace a noi. Ultimamente i miei figli iniziano cautamente ad avvicinarsi alla cucina asiatica (stasera mangiamo un curry di zucca già provato con successo la settimana scorsa) e male che va ordiniamo riso in bianco e pace.

Stavolta ho pensato di comprarli proponendo sushi (tentato a Rotterdam un paio d' anni fa, un disastro) con il valore aggiunto del 'trenino' che porta i piattini. Gi`a una volta mi ero portata dietro Ennio un pomeriggio da Zushi, sull' Amstel, proprio all' inizio dopo il Muntplein, e lo chef aveva avuto la brillante idea di fargli qualcosa a base di banana, visto che gli altri non li mangiava. Amo questi chef che a distanza, senza dirti mezza parola, capiscono al volo le situazioni ed intervengono.

Verificato che Zushi è veramente l' unico sushi-bar di Amsterdam con il nastro trasportatore, ci siamo lanciati. Prendiamo un banco a fianco del nastro, ccanto a cui siedono i bambini. Prima ancora che mi togliessi la giacca e mi sistemassi e ordinassi da bere Enio aveva attaccato un piattino di fagiolini verdi di soia al vapore, che poi ho aiutato a finire, con il loro sapore fresco e semplice che mi fa pensare ai lupini e alle domeniche al cinema in ere pre-popcornizie.

Orso in men che non si dica ha fatto fuori due porzioni di dessert alla banana avvolta in frittellina con zucchero e limone sopra, e una coppetta di frutta fresca in condivisione.

Poi i signorini hanno gradito i bocconcini di carne in pastella, Ennio un gyoza presentato come polpetta in pasta frolla e un cucchiaio di miso-soup, io e il capo un tempura di gamberetti a testa e una roba verdurosa che non ricordo.

Non ci siamo tenuti perché il nastro trasportatore che ti sfila davanti con tanti piattini bellini (il prezzo delle varie portate è indicato dal colore del piattino, alla fine li contano e ti fanno il conto) ha questo effetto.

I miei figli hano deciso che apriranno un ristorante sushi co il nastro, poi Orso si è ricordato che a lui è piaciuto anche il ristorante messicano (io invece quella volta mi sono ricordata di botto perché erano 12 anni che non andavo da un messicano) e hanno deciso di aprire un nipoo-tex-mex con trenito trasportavivande.

In tutto € 120 sono stati una mazzata, ma se considero lo sbattimento e la spesa totale del compleanno di Ennio, e il fatto che ci siamo fatti un sabato pomerigigo in città, con prima ennio che piangeva disperato in mezzo alla folla acquirente perché non si ritrovava un disegno che pensava di aver lasciato al ristorante ("Ci torno domanio e gli chiedo se l'hanno trovato, va bene?" se l'e fatto andar bene, poi per fortuna lo aveva in un'altra tasca)

e Orso isterico al negozio di articoli sportivi dove con la scusa del terzo aticolo grtis ci siamo comprati pantloni e guandti da sci rigorosamente scoordinati tra loro, ma non tra noi (quanto è tremenderrima una madre che si fa i pantaloni da sci in pendant ai figli di color giallo evidenziatore, no ditemelo, mai sciato peraltro),

ci siamo trascinati al tram e poi al traghetto e poi a casa dove siamo svenuti esausti e meno male che a nessuno è venuta voglia di mangiare.

Stanchi ma felici eccetera.

Il regalo al capo glielo devo ancora fare ma pare abbia voglia di una TV a schermo pitto da mettere in camera da letto per guardarci i film. Mmmh. Però gli posso proporre l'aspirapolvere ordinato su Internet come regalo di compleanno, in fondo quella della pulizia è un'esigenza più sua che mia.

Ristorante Zushi
Amstel (tram 4, 9, 14, 16, 24 e 25, fermata Munt)

4 commenti:

emily ha detto...

ma che figata questo ristorante!!!! la prossima volta che veniamo ci porti...ma 120€????? con quello che mangiamo noi 4 ci vuole un mutuo x pagare il conto!

Anonimo ha detto...

ciao Barbara,
anche mio marito si è fatto regalare per il compleanno il Roomba, il robottino circolare che tu imposti e lui pulisce. Dopo millemila ricerche in rete eletture di forum vari e dedicati, ci siamo decisi e ne siamo molto contenti! Non sostituisce del tutto il lavoro dei pavimenti ma la manutenzione intermedia la fa alla grande.
saluti
Paola

LGO ha detto...

Che ficata il trenino :-)
Sai che ora che ci penso si potrebbe anche riciclare qualche vecchio trenino di quando erano più piccoli per vivacizzare le cene in casa?
Auguri al capo ;-)

CloseTheDoor ha detto...

:D

auguri! anche noi siamo degli estimatori della catena Zushi, sono gli unici che abbiano una qualità della materia prima paragonabile a quella giapponese :))) non vedo l'ora che la Stellina sia grande per andarci con lei, quanti anni hanno i tuoi figli?