venerdì 29 agosto 2008

Apre la SCUOLA D'ITALIA ad Amsterdam

Uno dice: le femmine che si annoiano. Che potendo, passerebbero i sabati a fare sciopping, andare ai workshop di danza, occuparsi di letterature, spupazzarsi i figli da un corso all'altro. Dalla terza settimana di settembre, anch'io.

Perché, e lo comunico ufficialmente e potete spargere la voce:

il 6 settembre apre la SCUOLA D'ITALIA ad Amsterdam.

Non solo gli Gnorpoli, andranno ai corsi per bambini il sabato pomeriggio (si chiama Oh che bel castello, dalle 14 alle 15) per giocare con altri coetanei in italiano e già che ci sono imparare un paio di quelle raffinatezze grammaticali e dettagli di storia patria che altrimenti gli mancherebbero. Che con i re di Roma non siamo andati oltre Numa Pompilio, e Giulio Cesare giusto perché leggiamo Asterix (su cui ho scritto una tesi, anni fa). Perché parliamoci chiaro, certe cose si imparano solo a scuola, non perché la mamma insegnante non ci metta la buona volontà a casa, ma perché per certe cose ci vuole una classe e una maestra simpatica che suona la chitarra e sa un sacco di canzoni e che non sia tua madre.
Non solo il capo ha deciso di riprendere seriamente in mano il suo italiano, che i trapassati e l'imperativo di volere a volte gli sfuggono, e si metterà seriamente a studiare nel gruppo di preparazione al CELI 5 del lunedì sera.

Non solo è la volta buona che io riesco a riorganizzare un corso di scrittura meditativa, che l'ultima volta che l'abbiamo fatto un paio di anni fa ci siamo divertite tanto e ci ha fatto tanto bene affrontare esercizi di scrittura che come prodotto secondario hanno l'effetto terapeutico/catartico e finisci per raccontre i fatti tuoi.

Ma forse, per la gioia di Silvia che l'ha tanto voluto parte il workshop di danza Taràntati che ho tanta voglia di seguire anch'io. Che un paio di balletti mi farebbero tanto bene. E sicuramente riparte il corso di teatro.

In tutto ciò non ho ancora perso la speranza di vedere al corso di olandese le mie amiche, che son brave a parlarne da due anni, ma non siamo mai riuscite manco ad organizzare mezza lezione di prova (Cinzia, Marghe, Nanda, ce l'ho con voi).

Il tutto a uno sputo dal Dam, che finalmente se devo aspettare l'ora di corso dei figli sto in un punto che mi permetta di spassarmela anche a me. Che noi madri italiane siamo così: ci manca la scusa per un'oretta di sciopping selvaggio al Bijenkorf il sabato pomeriggio, o le chiacchiere materne alla pasticceria più vicina (o, per gli interessati, il coffeeshop Bulldog è dietro l'angolo, ma me, farete fatica a trovarmici).

E ovviamente non sarei la vera unica certificata ed originale vittima della sindrome di wonderwoman se non avessi passato gli ultimi 11 mesi a lavorare come una pazza per organizzare tutto ciò. Ma lo considero una specie di figlio anche questo progetto, che con i miei amici e compari ce lo stiamo sognando da 5 anni. Adesso c'è.

Con chi vuole ci vedremo alla presentazione della Scuola d'Italia:

il 6 settembre, dalle 11 alle 17, alla Libreria Bonardi in Entrepotdok 26

per conoscerci, rivederci, raccontarci, cantare e mangiucchiare. Io ci sarò sicuramente dalle 14, fatevi riconoscere pliiis, se non ci conosciamo ancora pirsunalmente di pirsuna.
Altrettanto ufficialmente aggiungo che sappiamo che le prime mail che arriveranno saranno di persone che vogliono tener corsi nella scuola (e che prima di scrivere rimando al mio post precedente Se decidi di vivere ad Amsterdam insegnando). Per i corsi succitati siamo tanto, ma tanto provvisti, ma le buone idee le ascoltiamo tanto volentieri, hai visto mai.
Però contiamo anche su tante mail di corsisti interessati, che come tutte le iniziative non a scopo di lucro a cui mettiamo mano noi della Fondazione quelli di Astaroth, gli undici mesi di lavoro intenso non ce li pagherà nessuno, ma almeno l'affito del locale in pieno centro e le altre spese vive le dobbiamo pur mettere insieme.
Tutte le info, gli orari, prezzi, ecc. le trovate appunto su: http://www.ondaitaliana.org/ Ditelo per favore agli amici, parenti, vicini, e persino gli sconosciuti che incontrate per strada, perché no? si fanno due chiacchiere e si conosce gente nuova.

19 commenti:

Paola ha detto...

Ottima segnalazione, grazie! Verrò sicuramente alla presentazione (non parlare italiano comincia a mancarmi: sarò quella che attacca bottone anche con lo scaffale dei testi di semiotica).
E magari è la volta buona che getto il cuore oltre la siepe e comincio seriamente a studiare nederlandese...

mamikazen ha detto...

Sono fiera di te! Quasi quasi mi trasferisco.
Un bacio gigante! :-)

Anonimo ha detto...

Ciao Ba`,
proprio il 6 settemb. in tardissima serata partiamo x le sospirate ferie. Pero` spero di passare alla libreria verso le 12-13. Magari ci rivediamo stavolta, eh?! :)
Rosy

Mammamsterdam ha detto...

Che bello, si sente gente nuova. Paola e Rosy, vi aspetto senz'altro e cercherò anche di venire un po' prima.

Grazie Mami, lo so che anche tu sei una di quelle che per potersi divertire quel paio d'ore passa dei giorni ad organizzare.

Anonimo ha detto...

dalla suola dell'Oinotria, lordbyron ti invidia un pochino.
complimenti per le belle iniziative :)
byronofrochdale

animapunk ha detto...

dai bellissimo, complimenti!! lezioni di olandese e di pizzica!!! se vivessi ad amsterdam frequenterei entrambe....e si aprono orizzonti per i miei futuri nipoti, chissà, magari tra una decina d'anni (non è che i ragazzi oggi siano molto solerti in questo senso...)

slim ha detto...

Ma che iniziativa interessante! Barbara perche' non vieni a Canberra a promuovere una cosa del genere?
Vitto e alloggio assicurati :-P

mamikazen ha detto...

Oddio, non vorrai paragonare i miei poveri sgallinamenti alle tue belle creature di cultura e d'incontro... per carità! :D
Ma il diavoletto nella casina bianca rossa e verde è il vostro logo? E' bellissimo :-)

elenamac ha detto...

congratulazioni per la scuola d'italiano!!

ciao
ele

piattinicinesi ha detto...

brava! che sia di esempio anche a noi qui per altre iniziative.
intanto lo segnalo ad un'amica italiana che abita da quelle parti
baci

Mammamsterdam ha detto...

Grazie a tutti per i complimenti, gli incoraggiamenti e le segnalazioni a terzi.

@Slim, appena finisci di studiare, se vuoi iniziare tu con una cosa del genere in Australia, fatti sentire, che ne parliamo e ti segnalo volentieri le rogne.

Poi se non sbaglio al consolato italiano lì c'è Laura, una cara amica che un tot di anni fa lavorava qui e ci ha dato grandi incoraggiamenti anche lei. Se la becchi, salutamela.

Alessandra ha detto...

Ma l'Esi non vi da un contributo? A noi italiani dell'area intorno a Den Haag l'Esi paga insegnanti e aule per i nostri figli da anni.

princess ha detto...

che bella cosa, è proprio quello che vorrei trovare qui a Parigi. Complimenti e in bocca al lupo

Mammamsterdam ha detto...

Princess e slim, fatevelo da voi. andate in consolato a chiedere come diventare ente gestore.

Gallinavecchia ha detto...

Ottima idea! Io nel mio piccolo l'ho pubblicizzata con una mia parente che vive lì (e che la conosceva già). In ogni caso, in bocca al lupo!

Immagino tu abbia mille cose da fare per questi preparativi ma se hai un attimo fermati al pollaio, c'è un premio che ti aspetta :-)

alleg67 ha detto...

complimenti sei veramente molto brava!!
qui, naturalmente niente del genere, é tutta una .... meglio non dirlo!!

graz ha detto...

MA CHE FIGO!! CHE FIGO!! CHE FIGO!! Bravi, bravissimi!!! (ed ora mi sa che debbo decidermi a mandarti quei dischi di pizziche, tammorre e calabresi) baci, graz

Paola ha detto...

Argh, weekend delirante, non ce l'ho proprio fatta a venire :(
Spero sia andato tutto bene, e che l'iniziativa abbia riscosso interesse.
Io sicuramente me ne interesserò a partire da ottobre (il delirio mica si ferma al weekend, purtroppo!)

fra ha detto...

Ciao a tutti,
è la seconda volta che capito su questo blog perchè è la seconda volta che io e il mio compagno pensiamo di trasferirci in Olanda. Gli ostacoli più grandi sono: trovare un lavoro (ma a quello possiamo pensarci anche una volta lì) e trovare una scuola per nostro figlio di 7 anni. Consigli? Grazie a chiunque collabori al nostro piano di fuga!!!