domenica 24 agosto 2008

Quanta musica trash degli anni ottanta e dintorni si può ballare su tacchi da 12? In ogni caso Bananarama, Bronski Beat, Mike Oldfield e in onore degli italiani presenti anche un Ramazzotti e Matia Bazar. E un paio di lambade, che Ruvy si è rifiutato di concedermi, ma messo alle strette dalla festeggiata gli è toccata pure questa.

Ho scoperto di essere altamente igroscopica: ma quando sei al caffé de Omval, all'angolo di un naviglio dell'Amstel, di fianco a un argine che si perde nel nulla su cui passano biciclette a due a due fino a mezzanotte, e l'occasionale motorino che maledici per il frastuono, con un pescatore irriducibile che poi si riprende le sue carabattole e se ne va senza aver preso nulla, al crepuscolo di questo spledido tempo novembrino in agosto, e siccome è agosto ed è una festa, ci vestiamo da festa agostana anche se poi le giunture ci ricorderanno, che, vivaddio se una tua amica compie 50 anni forse anche tu è ora che ti cominci a riguardare, insomma, tutta l'umidità (tanta) presente nell'aria me la sono assorbita e spero di rilasciarla in forme innocue, magari gocce di rugiada al risveglio.

Belle le feste dei 50 anni. Si tirano i bilanci e sono sempre in positivo. Non vedo l'ora che tocchi a me.

Non è mancata la canzone, con relativa presentazione dell'organizzatrice, la vicina in tal caso:
"No, perché oggi pomeriggio eravamo in giardino e a un certo punto la vicina si è affacciata ed ha chiesto: Ma hai già organizzato qualcosa per la vicina che compie gli anni (e ricordatevelo, in Olanda il titolo di vicino si una pochissimo, solo per quelli a destra, a sinistra e di fronte, ma vale più di un titolo di commendatore) e allora ho pensato che no, non avevo niente, ma in fondo sono tanti anni che facciamo feste e sicuramente avevo ancora un canzoniere e infatti eccolo c'era, però siccome tutti i nomi olandesi in genere sono Wil, Bep, Bart e Pinuccia, come dire, non rimava bene, allora è diventato pinoes, come Minoes, sapete, il libro e allora pregherei tutti gli Over 50 di mettersi da questo lato, e tutti gli Under 50 dall'altro e questo è il testo".

Un testo cattivissimo sulla musica di John Bronw giace nella tomba là nel pian. Che agli olandesi una fetsa, senza le cattiverie commemorative cantate male, non è festa.

Auguri Pinoes.

3 commenti:

kiktas ha detto...

allora è vero che lì il vicinato è molto importante! mi avevano detto che molti lasciano anche le porte aperte tanto ti da sempre uno sguardo il vicino di casa!
auguri anche da parte mia!
se non hai da fare e vuoi sapere del mio pranzetto di ieri fai un salto da me :)

graz ha detto...

"Belle le feste dei 50 anni. Si tirano i bilanci e sono sempre in positivo. Non vedo l'ora che tocchi a me." ... non per spegnere i tuoi entusiasmi, per carità!!, ma non avere troppa fretta, và, che i quarantanni sono un'età d'oro e vale la pena di viverli alla stragrande (sebbene i 50 non siano poi malaccio). Baci, graz (che sa di che sta parlando)

cleo ha detto...

ciao,ho trovato il tuo blog,é mi e piacuto tantissimo!
Ti lascio un bacio é torneró subito!