domenica 22 novembre 2009

Odore di casa


Rientro dall'aeroporto, che tanto mi ero lasciata la bici in stazione.

"Sono a casa" gorgheggio dall'ingresso.
Nessuno risponde. Saranno a casa, devo salire, o posso prima prendermi un bicchiere d'acqua che sto morendo di sete? Sento dei rumori.

"Ehi, sono io, qualcuno viene a darmi un bacio?"
scende il capo, non mi guarda, va alla porta, raccoglie la posta e bestemmia mentre solleva quella dell'ufficio imposte.

Mi decido e vado a bere. Nel frattempo lui apre la busta la legge, poi quando mi riavvicino si decide a darmi un bacio e sorridermi.
"Hai un odore strano, cosa hai mangiato" mi fa.

Poi scendono gli gnorpoli, io sto schiantata sul tappeto e chiedo coccole, ma da Ennio ottengo solo un giro di cavalluccio sulle mie ginocchia. Poi arriva Orso che mi si siede sulla pancia, mi da un paio di bacetti, mi si appoggia addosso con la testa. Poi la rialza.

"Odori di Italia', mi fa.
"Ah, si", fa il capo "e com'è?"

Lui ignora e si riappoggia. Poi mi guarda.
"Odori di fontana".

È sempre bello tornare a casa. Home is where the Gnorpols are.

11 commenti:

supermambanana ha detto...

odori di fontana e' fantastico!

Mammamsterdam ha detto...

Vero? Considerato inoltre che l'ultima doccia completa l'avevo fatta due giorni prima, direi che o è un miracolo or is a hell of an euphemism, if I 've ever heard any.

emily ha detto...

i miei figli sono tornati da due giorni con mia madre e puzzavano di anatra all'arancia, pop corn e verdura cotta....mia madre visto che c'erano loro ha cucinato sempre.
insomma a dirla tutta puzzavano
sempre meglio di quando vanno da mia suocera che puzzano da fumo di sigaretta da vomitare: capelli impregnati, vestiti...insomma almeno il tuo odore di casa è respirabile!

mamikazen ha detto...

God bless the Gnorpols :)

widepeak ha detto...

meraviglia!

francesca ha detto...

Oh che mi manca quel bellissimo odore di fontana!
Francesca

zauberei ha detto...

Che carinoo il piccolo!
Invece er capo - che je era preso?
E' geloso dello stivale?

Mammamsterdam ha detto...

No, è che il capo è così, se la sua idea era di scendere per vedere la posta, il fatto che veda me mi sa che gli scombina le cose.

È che a 'sti maschi di casa mia li destabilizza fare a meno di me anche se non si vede, così quando rientro hanno bisogno di resettarsi.

Infatti ci diamo i nostri spazi e i nostri tempi, sennò col cavolo che mi mandava in Italia (e col cavolo che io stavo ancora qui).

stefafra ha detto...

secondo me il capo aveva paura della busta cartazucchero dell'ufficio imposte...

FastiFloreali ha detto...

Vorresti dire che hai lasciato parcheggiata la bicicletta e, soprattutto, che l`hai ritrovata dopo due giorni?
ff

Mammamsterdam ha detto...

Infatti la busta blu mette l'ansia pure a me.

La bici ce l'avevo legata al palo con il catenone, certo che la ritrovo (se invece sono così ingenua da chiudere solo il lucchetto sulla ruota, quello di dicono lo congelino con lo spray e poi basta darci una martellata e si spacca in due).

Eh, le cose teoriche che uno impara ad Amsterdam.