domenica 18 novembre 2007

Arriva Sinterklaas

Non mi parlate di sicnretismo che il discorso si fa complesso. Io ve la racconto come la sanno gli olandesi, poi tirate voi le vostre conclusioni. E i baresi per favore non si incazzino.

Ieri Sinterklaas è arrivato in Olanda, come tutti gli anni. Sinterklaas, che sarebbe san Nicola, vescovo di Myra, porta i regali ai bambini buoni. Quelli cattivi vengono frustati sul sedere con un fascio di cannucce dall'aiutante di Sinterklaas, Zwarte Piet. Non so, a orecchio direi che se ne potrebbe fare una prestazione SM per chi ha dei traumi infantili da risolversi. Ma così, magari qualcuno nei vari sex-theatre già lo fa, che tuttele mie idee geniali s scopre sono già da tempo commercializzate. Comunque se qualcuno lo fa, voglio i diritti, siamo d'accordo?

Comunque, i dettagli tecnico-antropologici ve li potete tranquillamente leggere qui che lo spiegano tanto bene:
http://en.wikipedia.org/wiki/Sinterklaas

L'arrivo di Sinterklaas in Olanda significa che oggi ariva ad Amsterdam con il battello a vapore e tutti gli Zwarte Piet vestiti da paggio, approda al Museo marittimo, prosegue verso l'adiacente terreno della Marina dove attendono tutti i carri, le fanfare e il seguito del corteo, da lì riemerge a cavallo seguito da: gli Zwarte Piet nei colori della nostra banca che regalano bandierine e biscottini alle spezie (pepernootjes, se parliamo di dolci tradizionali 1000 volte meglio il torrone fratelli Nurzia, ma vabbé), una iciletta assurda a 22 posti guidata da un branco di Zwarte Piet che suonano gli ottoni, altre varie fanfare, certi anni arrivano del Beglio e altri posti remoti, il cocchio con cocchiere, carico di pachi, che fa pubblicità a uno dei grandi magazzini d'Olanda (fornitori ufficiali di Sinterklaas), ecc. ecc. ecc. In genere c'è anche una fanfare di Highlanders on gonnellino scozzese e un caporalmaggiore con la faccia incazzata che li guida agitando il bastone.

Se ne vanno tutti al Dam e poi al Leidseplein fra due ali di folla festante e poi non so bene. Visto che abitiamo vicino all'approdo, ci siamo sempre saggiamente astenuti dal seguire il corteo. Ci piazziamo in loco all'ora X, aspettiamo che Sinterklaas arrivi, guardiamo il corteo uscire dai cancelloni della Marina e quando si sono allontnati tutti rianiamo a casa.

Stavolta ci attende la nostra prima cosa organizzata: ci vediamo con tutta una serie di amichetti e genitori, per poi venire a mangiare da noi una pasta e fagioli che ho appena avviata nel pentolone delle feste. Ennio arriva in treno con il suo migliore amico traslocato in campagna, da cui ha dormito stanotte (da loro Sinterklaas c'era ieri) e mi arriverà vestito da vescovo: mantellone e mitria di felpa rossa (e i guanti bianchi con l'anellone che ho ritrovato qui.) Orso invece ha riesumato i calzoncini da paggio, ma ci siamo persi il berretto. Speriamo bene.

Comunque ho tempo fino al 5 dicembre per ricattari e avviare una serie di cambiamenti nelle abitudini di questa casa, con la minaccia che Sinterklaas non gli porterà i regali. Da stasera: ci si mette il pigiama da soli prima di lavarsi i denti. si va a letto senza storie e senza litigare dopo la canzone, la favole e/o il cartone di barbapapa su youtube. La mattina ci si veste da soli. La sera si mangia seduti composti tutte le cose buonine che mamma ha preparato con tanto amore. Sennò comincio a darvi una scatoletta e un apriscatole e vi arrangiate.

Dura la vita della mamma: meno male che c'è Sinterklaas che aiuta a creare i cambiamenti epocali di abitudini.

4 commenti:

MarinaV ha detto...

Ma non vorresti che fosse Sinterklaas tutto l'anno? ;)

farouche ha detto...

ma l'hanno fatto anche quest'anno il telegiornale di Sinterklaas?

l'anno scorso lo trasmettevano anche sul canale satellitare, ma quest'anno non l'ho visto...

De kokende mamma ha detto...

Il telegionrale non lo so, non ho TV da 12 anni che anche così già è una valle di lacrime. Oddio, devo andare a mettere qualcosina nelle scarpe dei bambini, che stamattina Ennio si è alzato con quell'idea lì, e c'era ancora la mela che avevamo messo per il cavallo (la carota Orso se l'è fregata direttamente ieri sera per mangiarsela a letto) e per fortuna ho detto che era ancora buio e che forse doveva ancora arrivare, allora Ennio è andato a farsi un giochino con il computer sopra, io ho ficcato due biscottini nelle scarpe e mi sono rimessa a letto, anzi sai che ti dico? Io stasera ci resto a letto, se domani nelle scarpe non c'è niente che gli serva da materiale di meditazione. Dio che stress Sinterklaas, se proprio devo rispondere a Marina.

De kokende mamma ha detto...

aggiornamenti a posteriori:

Farouche, il telegiornale c'è sempre, è una di quelle cose come la famiglia reale, non li togli dal palinsensto neanche se vengono giù le dighe (speriamo di no).

Poi quest'anno mancavano un mucchio di sponsor: praticamente tutti quelli ce ho citato in dettaglio (forse devo cominciare farmi pagare).

C'era invece una 500 Fiat d'epoca ricostruita: davanti un modello station wagon, dietro un rimorchietto fatto con due dietri, una meraviglia. Mica come quella nuova, che ho vista parcheggiata all'hilton in 50 esemplari per il gran gala di presentazione. sinterklaas però non l'hanno sponsorizzato, era un garagista.

La minestra è stata un successo, solo che mi è successa una cosa che non faccio mai: prima di uscire sono andata a ricontrollare di aver spento il gas (quelli che controllano tre volte il rubinetto... taccio). Invece l'ho lasciato acceso e me ne sono accorta entrando in casa accolta dall'odore di zyppa di fagioli attacata al fondo. Ma in extremis l'ho salvata, ci ho aggiunto la pasta e via.

La prossima volta non li faccio gli annunci a priori, aspetto di vedere come va a finire.