venerdì 5 agosto 2011

Interculturalità in colonia

Il primo giorno mi tornano stanchi ma felici con una canzoncina nuova sui Teletubbies, cantata sul motivo di una canzone di Sinterklaas. Dinki sta in prigione perchè ha fatto fuori Lala con la mitraglietta (a parte che i Teletubbies li farei fuori pure io, ma con le bombe a mano, se potessi).

"Vede la luna attraverso le sbarre? Accidenti, allora la cultura di questo quartiere funziona così, benone" fa il capo a cena, imperturbabile.

Il secondo giorno esce dal bus e non può tenersi:
"Mamma, mamma, ho una canzone che lo so che non ti piace ma ascoltala" ed era una canzoncina antisemita che gli stronco subito. Ma insomma, proprio tu che per un mese non hai fatto altro che guardarti la serie sui tredicenni durante la guerra e ti indignavi tanto su Hitler e gli ebrei. Vabbò, starà sedimentando le informazioni. Ho bello che capito che se continuo a cercare di integrarci nel quartiere questo mi diventa un tifoso hooligan del Feyenoord che prendono a mazzate quelli dell' Ajax, che tradizionalmente vengono chiamati ebrei. Tanto con la nonna di e gli zii a Rotterdam, ci potrebbero finire anche loro lì.

Mercoledi a colazione figlio 1 mi comunica che dio è un dio della vendetta. Cazzo, lo sapevo che a mandare i figli con le associazioni protestanti ci si ritrova ad averli indottrinati.
"Amore, tu rispondigli: grazie a dio noi siamo atei. Perchè dio è vendicativo solo con chi ci crede, e noi non ci crediamo".
E poi se ci credessimo saremmo catolici e crediamo nel dio d' amore, ma figlio 2 sta isterico dalla stanchezza e la scottatura sulla schiena e resta a casa per riprendersi e non mi sembra il momento per le sottigliezze teologiche, soprattutto visto che siamo atei.

Figlio 1 torna di nuovo stanco, isterico e felice. Mangia la pizza surgelata e poi li abbandono a loro stessi per la mezz' ora tra il momento in cui esco per dare una lezione di vino e il momento in cui rientra il capo. Mangia metà pizza perchè da quando stanno in colonia sono troppo stanchi per mangiare.

Giovedì non li prendo davanti alla fermata (di fronte casa) perchè sto consegnando una traduzione mentre santo Lukasz mi sta finendo di sistemare il vialetto nuovo del giardino che abbiamo pavimentato oggi, e stamane mi becco un mega liscebusso. Io credevo che sapessero attraversare da soli sulle strisce, ma l' accompagnatrice ha santa ragione che non li può scaricare così anche se abitiamo di fronte ("Stronza, faceva Giulia, pure la fermata di fronte casa hai". Tutta invidia perchè lei deve fare 50 metri dalla sua, e stronza pure lei che è partita stamane ale 4 per l' Italia alla faccia mia che devo ancora aspettare.

A sera inoltrata figlio 1 che non riesce a dormire e ilf ratello l' ha cacciato da camera sua causa altra canzoncina rompiscatole, non lo sopportava più, mi racconta, mentre mi sdraio accanto a lui per addormentarlo, che esiste al campo una carta delle infrazioni e che se ne hai 20 non ti prendono più.
"Tu quante ne hai?"
"Io nessuna perchè ho cominciato adesso, ma il mio amico Tom che ci va da tre anni ne ha già 11. Sai che possiamo portare un film la mattina da guardare in bus, beh, lui una volta ne ha portato uno ed era un film porno, l' ha preso da casa. dice che non lo sapeva ed era stato per sbaglio".

Ringrazio mentalmente il cielo che tra i nostri infiniti difetti come gestione della casa, una cosa è certa, i nostri figli non riusciranno mai a portarsi dietro per sbaglio o intenzionalmente un film porno.

Venerdì mattina, altro liscebusso perchè siamo pronti da 20 minuti ma ci siamo scordati di uscire e il pullman ci aspetta (non devo mettermi su facebook mentre aspetto che arrivi il bus). Mi metto d' accordo con le due altre madri precise che vengono in macchina alle 16.30 di bussarmi appena arrivano così ci prendiamo il caffè in giardino e vediamo arrivare il bus. Mando una mail implorante all' organizzazione per chiedere se li possiamo mandare pure la settimana prossima.

Dura la via dell' integrazione nel quartiere popolare, ma ce la stiamo mettendo tutta.

4 commenti:

supermambanana ha detto...

ecco invece il dio anglicano a me sta simpaticissimo :-)

emily ha detto...

ahahahah mi hai fatto scompisciare. bella fatica essere atei in un mondo di credenti....

combat cow ha detto...

qui continua a piovere che pare ottobre.
una scottatura... che invidia!
:-((
(MAQ pedemontana infreddolita)

stefafra ha detto...

Il moroso oggi ha preso un cazziatone "interculturale" per aver commentato il colorito roseo di una nostra collega australiana, le ha chiesto se aveva passato il week-end al sole e lei si é un tantino turbata visto che "é culturalmente inammissibile commentare il colore della pelle di qualcuno".
Forse le giravano perché é Lunedí...