mercoledì 12 agosto 2009

Shopping per la casa ecocompatibile


Anch'io come Emily! dopo aver goduto del distributore di latte crudo quest'estate in Italia ho finalmente trovato il negozio dove comprare i prodotti di pulizia a volume, riciclando quindi le bottiglie.

Si tratta di Eco-logisch in
Van Slingelandtplein 9,dietro a Stox, una zona commerciale dietro l'Harlemmerweg tra la van Hallstraat e la Admiraal de Ruiterweg.

La cosa che mi serviva e mi ci ha mandata è lo sverniciatore ecologico. finora avevo, quando costretta, usato quei prodottacci infami, puzzolenti, ustionanti e cancerogeni che sentivo le cellule moltiplicarsi incontrollatamente mentre lo spalmavo e solo quello fa fare un lavoro da cavolo. Oltre al fatto di farlo in quei rari momenti in cui in casa non c'è nessuno, 'nzia mai qualuno ci inciampa sopra. cioè, una logistica impossibile.

Lo sverniciatore che ho usato invece non ha manco una di tutte quelle etichette minacciose, velenoso!, infiammabile! ustionante! morde!, è un gel verdognolo che sa vagamente di frutta matura, forse un pelino in decomposizione, ma buono. E non brucia. E svernicia che è una favola.

Ma non finisce qui! A parte la vernice per il tavolo da giardino, che lo proteggerà dalle intemperie (è un tavolo di legno del mio ex-ufficio che è stato promosso a tavolo da giardino), e un po' di prodotti di pulizia, ho voluto abbandonarmi al mio mood casalinga entusiasta ed ho pure comprato le palle per lavare e il magnete anticalcare per lavatrice e lavastoviglie, le palle le ho usate tutta l'estate e mi sono sembrate cnvincenti, adesso devo convincere il capo, che i detersivi in questa casa li compra lui.

Dove ho perso il cuore però sono tutti i gadget a energia solare per ricaricare macchinetta fotografica, computer, cellulare. Hanno persino una zaino e una borsa con i pannellini esterni mentre all'interno hai direttamente le prese. Mannaggia, non li ho visti prima delle vacanze, ma so che ci ho risplto un po'di regali di compleanno di tutti i maschi tecnologici che ho tra i piedi, e uno è astemio e non la scampo con il vino, l'altro legge cose particolari e non mi salvo con il libro, HO RISOLTO il compleanno di mio suoceroooo.

Hanno poi articoli da ufficio, per feste, per i bambini, pavimenti, a;ternative eco e non più costose per calce, cemento, fughe per piastrelle, stucco ecc., una collezione di carte da parati, insomma, ci sarei dovuta andare quando abbiamo avviato i lavori per la casa a quest'ora avevo il generatore eolico e i pannelli solari sul tetto.

E non escludo di metterceli, prima o poi.

6 commenti:

Mela ha detto...

Ciao Mammasterdam!
questo post è interessante per me...dato che mi piace sistemare mobili e fare lavoretti col legno.

Potresti scrivere il nome della Ditta produttrice di questo sverniciatore?
Cosi' provo a chiedere al negozio dove mi fornisco, se me lo procurano ;)
Grazie!!

graz ha detto...

NON ME NE PARLARE!!!!

I detersivi bio che compro da qualche mese si sono improvvisamente fatti decisamente più liquidi ....

L'idea che con la scusa della ricarica questi ne aprofittino per allungare il brodo mi fa diventare idrofoba.

Alla faccia dell'ecocompatibilità ... al solito in Italia, prima troviamo l'inganno e poi ...

/graz

supermambanana ha detto...

Ha! Mi vieni a sfruculiare sull'eco :-) Noi in casa siamo fan sfegatati della Ecover per i detersivi, che per fortuna qui vendono anche al normale supermercato dell'angolo. E (noi si!) ce li abbiamo i pannelli solari. In Inghilterra dici tu? Ebbene si signora mia. E funzionano, praticamente abbiamo acqua calda gratis tutta l'estate e anche se non viene calda-calda-calda nei giorni in cui c'e' il solettino grigettino albionico riescono comunque a riscaldare un pochetto l'acqua per cui lo scaldabagno non parte da un'acqua ghiacciata. Ma soprattutto, con due figli con eczema e tendenza all'asma, vernici naturali, vestiti con cotone organico e tutti gli annessi e connessi sono all'ordine del giorno.

Pero' mi devi poi raccontare come ti va con le palle del bucato, io sono ancora indecisa, devo dire che l'eczema dei bambini e' un incentivo, ma con i prodotti Ecover stanno bene, e poi, le macchie da giornata di scuola con pranzo mensa e gioco in giardino sotto la pioggia le levano? Sulle camicie bianche candide della divisa? O devo lavare due volte?

Mammamsterdam ha detto...

Le palle le ho usate tutta l'estate, ma un tipo diverso, che avevano in dotazione uno stick antimacchie. In genere se spruzzi il solito enzima o antimacchia sugli spataccamenti (Orso docet) e poi vai con la palla in lavatrice, funge.

La cosa a cui abituarsi è che le cose vengono fuori enormemente ruvide, ma volendo ci sono poi le pallette-fachire da asciugatrice effetto ammorbidente. e comunque è una sensazione del panno bagnato, quando si asciugano sono normali.

Io, sarà che non ho divise, al candore avevo un po' rinunciato, poi allertata da mia suocera ho buttato un mucchio di roba davvero vergognosa dei bambini. Insomma, faccio due lavatrici piene al giorno.

Ecover per pulire il bagno adesso l'ho preso anch'io, ma con il superharddiscount davanti casa sarà dura staccare il capo dai detersivi.

Che rogna, però l'eczema, pori cocchi e povera te. Quello di Ennio a un certo punto è sparito, ha una macchia dietro al ginocchio che ogni tanto salta fuori, mi limito a spalmarlo quando me lo ricordo con l'olio di mandorle dopo il bagno perché è secchetto. Ma col mare in genere gli passa tutto, infatti aspetto che rientri dai nonni per vedere come va. Ma per un bambino è proprio un castigo biblico e qui col cortisone a gogò, io non glielo do e lui povero si gratta. Stiamo tentando con l'omeopatia.

Mammamsterdam ha detto...

Mela, si chiama Fluxaf, ha le scritte in francese e olandese, potrebbe essere una marca belga. in bocca al lupo,
Ba

Mela ha detto...

grazie mille Mammamsterdam!
ho già cercato su internet e credo proprio che non avro' problemi a trovarla in italia...in un buon colorificio o in un negozio "casa sana".
Ciao!!!!!