venerdì 11 novembre 2011

Mamma, ma come viene l' AIDS?

Detta domanda mi è stata fatta l' altra sera in pizzeria da figlio 1. Figlio 2 stava mettendo da parte le croste della sua pizza per chiedermene un' altra (vedi che se mi rifiuto di fargli bere checchessia che non sia acqua se non come dessert, la pizza la finiscono?) e non seguiva quindi il discorso.

Visto che io faccio bene a non avere la TV in casa? Perché in pizzeria invece del solito calcio sullo schermo c' era uno speciale su Freddy Mercury e quel paio paio di canzoni di cui hanno fatto vedere degli spezzoni di concerto e We will rock you la sanno, We are the champions pure, si fa presto a mettersi a seguire il tutto.

"Ma veramente Freddy Mercury è morto?"
"Si, l' hanno appena detto, un sacco di anni fa".
"Ma come è morto?"
"Di AIDS, che è una malattia".

Silenzio, mumble mumble, io mi sparo un morso di prosciutto crudo e ruchetta.

"Ma come si prende questa malattia?"
"Se ti va nel sangue il sangue di qualcuno che ce l' ha".

Il mio compare Seba lancia un' occhiata di sguincio, non so se significhi qualcosa. Tanto il resto ne parliamo in macchina.

"Ma come fai a farti venire nel sangue il sangue di qualcun altro?"
"Veramente non è solo il sangue, è anche il seme, lo sai no cos' è il seme (sempre rimandare lo studente ai capitoli già svolti) e in genere tutti i liquidi che produci con il corpo (semplificare, ha 9 anni, mica posso mettermi a fare l' analisi comparata dei fluidi corporei se sto guidando con l' obiettivo di averli a letto entro le 20, vero?).

A casa, al momento della favola della buonanotte mi fa la richiesta:
"No, parlami dell' AIDS".

Parlo di AIDS.

Parlando di AIDS parliamo di sesso. Del fatto che l' AIDS ci ha costretti a riconsiderare, se ce n' eravamo scordati, l' importanza di avere rapporti sicuri. Spiego cos' è un raporto sicuro (sempre con parole e parabole adatte all' età).

Faccio il discorso rapporti promiscui e non.

"Ma allora tu e papà, voi avete fatto sesso due volte per avere noi?"
"No, separiamo le due cose. Si fa sesso per avere dei bambini. Ma lo si fa anche perchè ti piace farlo, perchè ci si piace, perchè ci si vuole bene, lo fai sempre con la stessa persona o con tanti. Io e pap`a preferiamo farlo solo noi due, ma ci sono anche persone che hanno sesso con persone diverse e se sono tutti d' accordo va bene uguale. E comunque no, non lo abbiamo fatto solo due volte, ma più spesso".
"Tutti i giorni?"

Non esageriamo.

"Guarda che quando sei appena innamorato forse lo fai tutti i giorni, ma normalmente un po' di meno, e non ci dimentichiamo che chi ha certi bambini piccoli che gli si infilano continuamente nel lettone, forse lo fa meno di chi non ha nessuno che lo interrompe".

Ecco, l' ho detto. Chiamate il Telefono Azzurro.

15 commenti:

mafalda1980 ha detto...

Sincera e diplomatica. Brava! I bambini meritano la verità, basta raccontarla in modi a loro comprensibili.
Buon weekend :)

Brunascripta ha detto...

Oh mamma non posso neanche immaginarli ancora, certi discorsi.
Che sangue freddo che hai avuto complimenti!
Si vede che hai due figli maschi:)! Io che ho anche una femmina penso che il discorso farlo in tanti e va bene lo stesso lo evitero'... forse sono troppo all'antica ma mi piacerebbe moltissimo che il sesso non fosse un passatempo ma un atto d'amore, sempre.
Comunque ammiro la sincerità con cui gli hai spiegato le cose.

Amedeo ha detto...

"Figlio mio bello: tutti i giorni, dici, eh? Era 'na vorta ..." :D

MI sei piaciuta, comunque. Ma pure questo lo sai già.

ps: bello amarsi, per carità, ma continua a ricordare loro che c'è e fa bene anche il sesso per se stesso, il sesso puro per godere di e con qualcuno che ci piace, anche al di fuori di una relazione, ché sennò per scollarsi di dosso il peso della morale ci metteranno anni, come me.

squa ha detto...

fioccano giveway proprio quando anche io meditavo di farne uno. Ma il mio sara' a gennaio, per il delurking day. Comunque io sono felice di delurkarmi e presentarmi oggi. Sono Squa e ti leggo da un pochino.

La cosa piu' strana che ho comprato su internet?
1 mesetto fa il boppy
grazie al cuale ora le notti sono piu' dolci :)

Moi ha detto...

Cara, sì, sono tornata. Ma non ho mai smesso di seguirti .... Lo sai che sono cresciuta a Hagel Slag e liquirizie salate? Sì, sono una mezzo sangue (olandese per inciso .... ). Io ancora non riesco a credere che non un giorno comincerà a parlare .... Figuriamoci a farmi domande.
Scusa, devo andare, devo chiamare il Telefono Azzurro ...

francesca ha detto...

Ecco sono le "parole e parabole adatte all' età " le piu` difficili da trovare, comunque sei stata davvero brava!
francesca

merendasinoira ha detto...

io ho sempre cercato di rispondere alle domande di mia figlia con criterio analogo "chiaro e sereno", pur con termini adeguati all'età.
Ora che ha 18 anni e pare pure un filarino (il primo che si è meritato le sue attenzioni, che finora ha fatto la difficile :-D )... non so, mi sento come Bruna qui sopra, all'antica? pure peggio :-D ti saprò dire tra un po'... se la cosa dura... °_°

Mammamsterdam ha detto...

Bruna e madame Bavareisa, voi che avete le figlie femmine vi tengo nel cuore e vi capisco benissimo, manco a me scopare in giro per lo sport non è che mi abbia mai detto niente, ma avendo tante amiche e amici che la pensano diversamente in proposito (e a quel punto, viva la coerenza, meglio decidere che ti stanno bene anche le relazioni di puro sesso giocoso che sposarsi con una/o che crede all' esclusività coniugale e fargli fior di corna dietro le spalle) credo che il mondo sia bello perchè vario e mi allineo a quanto ci ricorda santamente Amedeo.

Il grosso errore di mio padre è stato proprio quello di dirci sempre apertamente che lui avrebbe fatto discorsi uguali e opposti a me e mio fratello in tema di sesso, e questo non voglio farlo anch' io. Se avessi una figlia le direi le stesse cose.

Anche perchè tutta la deriva che alle femmine e l' amore e il sentimento che fanno tanto ai fini della trombata apprezzata, e dei maschi a 15 anni schiavi dell' ormone impazzito gliel' ho pure fatto in quel discorso e anche il fatto che essendo i gay tutti maschi tra di loro e non avendo quindi a che fare con le femmine e i loro margini di trattativa, a volte succede che i maschi tra loro scopano in maniera più bella e meno complicata di maschi e femmine tra di loro e che a mio modesto avviso pure questo sta alla base dell' omofobia, altro che invidia del pene.

Squa, guarda che ti tengo d' occhio e sono pure venuta a visitare il tuo profilo, ma personcina discreta sei e non ci metti su niente. Se vuoi che ci conosciamo meglio a me fa pure piacere.

luby ha detto...

Ma dove le trovi le parole? Io mi sarei trovata in seria difficolta' ! Non riuscirei mai a gestire un dialogo cosi diretto con un bambini credo... Forse necessita' fa virtu' ???? Complimenti

squa ha detto...

personcina disceta si' e muoio di vergogna... non so come ho fatto, ma ho postato da te un commento per mammaemigrata :$ - ora lo vado a riindirizzare al posto giusto... sperando di non aver fatto anche il contrario e di non aver postato li' il pensiero che volevo invece lasciare qui...
su quanto ha infastidito me -sorella di mezzo di 2 maschi- il doppio trattamento su questioni sessuate. Un giorno mio padre mi defini' con sarcasmo 'farfallina' perche' avevo cambiato fidanzatino. E lo ricordo come uno dei momenti piu' umilianti della mia vita.

spero di non aver postato questa riflessione dove si parlava di giveaway... senno dai me la prendo con gli ormoni... che' almeno qualche volta ci salvino

Isabella ha detto...

Ora il risultato più clamoroso potrebbe essere che ve lo trovate nel lettone tutte le sere perché pensa così di salvarvi dall'AIDS... scherzo!confido nella tua capacità di chiarezza nelle spiegazioni, ma pare che fino a 12 anni il cervello umano funzioni un po' a modo suo rispetto alle argomentazioni razionali... By the way, mi associo al club per la liberazione delle femmine dal dovere del sesso per amore. Tra l'altro perché credo sia la via perché una possa dire tranquilla e convinta di NO tutte le volte che è no.

destinazioneestero ha detto...

Hahahaha, la conclusione è stata troppo esilarante! Che vuoi farci, è la santa verità...

Elena e Manuele ha detto...

ahhahahaha questo post è fantastico, SEI fantastica!!
io ricordo ancora con che semplicità mio papà mi spiegò cos'era un gay: un uomo che ama un altro uomo o una donna che ama un'altra donna. punto.
con i preservativi invece si sono un po' impaperati XD

pianobi ha detto...

Mi hai ricordato quando mia mamma mi spiegò a cosa servissero i preservativi (che avevo trovato nel cassetto delle medicine) e per giorni andai avanti a chiedere a mio papà di mostrarmi come stava con il "copripisellino" (a casa dei miei non è mai esistita la chiave del bagno, è già tanto se si chiude la porta). Lui ha continuato a rispondere "stasera non mi serve, quindi non ne spreco uno apposta" finché mi è passata la fissa :-D A ripensarci ora, devo ammettere che son stati bravi ad affrontare la cosa!

pianobi ha detto...

PS un po' meno bene se l'è cavata mia mamma, che ha avuto come primo e unico moroso mio papà e quasi non concepisce il concetto del "lasciarsi" se non in casi estremi. Con il risultato che sono stata prima due anni e mezzo con il morosetto delle medie (folliaaaa!!!) e dai 16 ho trascinato per nove anni una storia che era chiaramente finita anni prima per entrambi. Aah, se tornassi indietro col senno di poi mi divertirei molto di più...